Teatro del Sentino, svelato il “cartellone” 2019/20

Cinque spettacoli per la stagione teatrale di Sassoferrato. Tra i protagonisti Enzo Decaro a Nancy Brilli, e poi Ettore Bassi, Tiziana Fosch, Antonio Pisu, Fabio Ferrari, Gigio Alberti... Si comincia il 18 dicembre con "Non è vero ma ci credo"

Nancy Brilli, Enzo Decaro ed Ettore Bassi tra i protagonisti della stagione teatrale del Sentino di Sassoferrato

SASSOFERRATO – La stagione di prosa 2019/20 del Teatro del Sentino di Sassoferrato, che aprirà i battenti il 18 dicembre, si preannuncia emozionante ed intrigante e, come da tradizione, nel segno della qualità. Allestita dal Comune con la collaborazione della Pro Loco, la stagione alterna momenti esilaranti ad altri intensi. Un ricco cartellone, composto da cinque prestigiosi appuntamenti in abbonamento, più altri quattro destinati al pubblico giovane.

Lo spettacolo inaugurale, il 18 dicembre, appunto, è con una esilarante commedia di Peppino De Filippo, “Non è vero ma ci credo”, per la regia di Leo Muscato. Protagonista centrale dello spettacolo un artista di grande valore, versatile, intenso, raffinato, Enzo Decaro, affiancato con bravura da altri nove tra attrici e attori.

Grandissime firme d’autore caratterizzano il secondo appuntamento in cartellone, il 28 gennaio, quando andrà in scena “A che servono gli uomini?”, splendida commedia musicale di Iaia Fiastri. Straordinaria interprete dello spettacolo un’artista dal talento indiscutibile, brillante e versatile, Nancy Brilli, accanto a lei un cast di valore.

Il primo marzo sarà la volta di “Regalo di Natale”, pièce teatrale di grande intensità e anche di attualità, nonostante il testo sia datato di oltre trent’anni. Lo spettacolo è tratto dal celebre film di Pupi Avati del 1986, che ottenne prestigiosi riconoscimenti. Sapientemente diretto da Marcello Cotugno, è innanzitutto una profonda e amara riflessione sulla perdita dei valori umani, sulla perfidia, la meschinità, la doppiezza di certi comportamenti e sul tradimento dell’amicizia. Il cast è di grande bravura: Gigio Alberti, Giovanni Esposito, Valerio Santoro, Gennaro Di Biase e Fulvio Pepe.

Un celebre scrittore e drammaturgo parigino, Florian Zeller, è l’autore di “Mi amavi ancora…”, opera teatrale scritta nel 2006, che andrà in scena il 22 marzo. Il testo, “Si tu mourais” (Premiato dall’Accademia Francese di Nuova Drammaturgia), è un dramma moderno, emozionante e intenso, dolce e amaro al tempo stesso. A rappresentarlo due grandi attori, Ettore Bassi e Simona Cavallari, “accompagnati” con bravura da altri due eccellenti interpreti, quali Giancarlo Ratti e Malvina Ruggiano. Anche la regia porta una firma importante, quella di Stefano Artissunch.

L’ultimo appuntamento della stagione, il 4 aprile, è con “Via da Paradiso”, un’originale e intrigante rappresentazione, per la regia di Federico Tolardo, portata in scena da tre artisti di assoluto valore, intensi, brillanti, ironici: Tiziana Foschi, Fabio Ferrari e Antonio Pisu.

La campagna abbonamenti è già iniziata. Info: 0732/956217-222, 377/1203522.