Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Serata in musica al “Caffè letterario” di Camerano

Nello spazio suggestivo dell'ex convento francescano, il "Caffè letterario" apre a una serata inedita di fusioni tra teatro, poesia e musica di vari generi in programma venerdì 14

Il Caffè letterario
Il Caffè letterario

CAMERANO – L’antico cantinone dell’ex convento francescano nel cuore del centro storico di Camerano, ora palazzo comunale, si è trasformato in un “Caffè letterario” per discussioni, musica, teatro e mostre contornate da degustazioni di vino e altro, il tutto in un clima di altri tempi.

Venerdì 14 aprile sarà una serata speciale con “Anonima straccioni”. Si tratta del primo progetto europeo che fonde teatro, poesia, hip hop e raggae con beatboxers, musicisti, deejays e testi cantati in modo velocissimo in extrabeat. Non c’è una batteria ma un rumorista che con la bocca riesce a emularla, il cosiddetto beatboxing. Non c’è un sintetizzatore ma uno strumento a fiato di legno originariamente utilizzato dalle popolazioni aborigene australiane, il didjeridoo, che ne imita il compito di tappeto sonoro. Il contrabbasso e la chitarra classica o acustica poi, occupandosi della melodia, giocano con gli accordi e con le scale di musiche di matrice stilistica di primo acchito sempre diversa, come se si volesse, a volte, andare a scomodare le note di un antico passato classico con un intento moderno provocatoriamente chiamato “Anonima straccioni”.

Stefano “Cuna Fostena” Canu a voce, testi e musica, chitarra classica, percussioni, extrabeat; Alessandro “Trikkio” Tricarico beatbox, chitarra acustica, percussioni, extrabeat; Simone Giorgini contrabbasso e voce e Simone “Stritti” Micozzi scratch’n furious, groove&vibes.

Appuntamento alle 22.30.