Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Poesia totale, torna il festival La punta della lingua nelle Marche

Dopo due anteprime prenderà avvio il Festival internazionale, dal 18 al 28 giugno, nei comuni di Ancona, Castelfidardo, Recanati, Macerata e Montelparo (Fm)

Scataglini di Giovanni Giovannetti

ANCONA- Al via oggi, venerdì 3 giugno, con le due anteprime della 17^ edizione del Festival Internazionale di poesia totale “La punta della lingua”, che si terrà dal 18 al 28 giugno nei comuni di Ancona, Castelfidardo, Recanati, Macerata e Montelparo (Fm).

Si parte con la presentazione del libro di poesie di Giorgiomaria Cornelio, La consegna delle braci alla libreria Catap di Macerata (ore 18.30) a, in cui interverranno il co-direttore artistico del Festival e la poetessa Renata Morresi. Giorgiomaria Cornelio è poeta, autore di opere audiovisive presentate alla Mostra internazionale del cinema di Pesaro e ideatore con l’associazione Congerie del festival “I fumi della fornace”. Poco più che ventenne è uno dei protagonisti più vivaci della nuova scena poetica italiana.

Domenica 5 giugno, sarà invece la volta di un’escursione poetica per festeggiare l’uscita dell’opera omnia del poeta anconetano Franco Scataglinial Parco del Cardeto di Ancona (ore 18.00, ritrovo davanti alla ex Caserma Villarey). L’opera sarà presentata ufficialmente giovedì 30 giugno alla libreria Quodlibet di Macerata. Franco Scataglini è considerato uno dei più importanti poeti del secondo Novecento, capace di forgiare una lingua d’autore a partire dal dialetto anconetano, più simile all’italiano delle origini che al vernacolo locale. Durante la passeggiata al Parco del Cardeto, intitolato al poeta, saranno lette alcune delle sue poesie più belle. A leggerle ci sarà anche l’attrice Isabella Carloni oltre a poeti e volontari di Nie Wiem. Seguirà aperitivo offerto da Cantina Malacari.

Il Festival Internazionale di Poesia “La punta della lingua 2022” partirà poi ufficialmente sabato 18 giugno con oltre 60 gli autori presenti per 35 appuntamenti in 10 giorni,nel programma ideato dai due direttori artistici Luigi Socci Valerio Cuccaroni.

IL PROGRAMMA

La 17^ edizione vanta un cartellone ricco che mette in scena l’arte versificatoria in tutte le sue forme, attraverso linguaggi e tematiche differenti. Ascanio Celestini andrà in scena con il suo spettacolo Museo Pasolini (il 21 giugno alla Mole Vanvitelliana di Ancona); un evento di grande attualità si realizzeràcon un incontro esclusivo, in collaborazione con Amnesty International, tra il poeta russo Sergej Gandlevskij e il poeta ucraino Boris Chersonskij(il 22 giugno alla Mole Vanvitelliana) che, per la prima volta sullo stesso palco, racconteranno attraverso le loro esperienze e le loro opere il delicato momento storico che stanno vivendo i loro paesi di origine.La ex Poet Laureate del Regno Unito, Carol Ann Duffy sarà protagonista di un doppio appuntamento:con Liz Lochhead (già Makar – Poeta nazionale scozzeseil 27 giugno ad Ancona (presso l’esclusivo Hotel Emilia di Portonovo, Ancona) e il 28 giugno a Palazzo Venieri a Recanati; doppio appuntamento anche peril poeta, traduttore e critico letterario Valerio Magrelli: il 25 giugno alla Mole Vanvitelliana e, sempre nella stessa giornata, con la poetessa Ida Travi sarà impegnato nell’evento Poeti da antologia; Marco Ardemagni,conduttore radiofonico a Rai Radio 2, autore televisivo e poeta presenteràBiancaneve e i settenari – Antologia di poesia giocosa (il 26 giugno alla Mole Vanvitelliana) mentreFlavio Santi, premio Viareggio Poesia 2021,sarà il 27 giugno all’Hotel Emilia. Inoltre Gianluca Balducci Luca Serrani porteranno sul palco “Dopodomani non ci sarà”, una lettura scenica sulle ultime esperienze del giornalista e scrittore Luca Rastello, scomparso prematuramente qualche anno fa.  

Nella giornata di apertura del Festival, a Montelparo il 18 giugno, ci sarà un’escursione poetica con Francesco Accattoli, Marta Chiacchiera, Franca Mancinelli, Andrea Lanfranchi, Piergiorgio Viti, il concerto Cantata de core di Frida Neri (voce) e Jacopo Matia Mariotti (violoncello) sulle canzoni di Pier Paolo Pasolini e il PJ set: luigisocci ripropone la festa ibrida del Poetry Party, fra rock, elettronica, dance, hip hop e poesia del Novecento.

Il programma completo de “La Punta della lingua” è disponibile online sul sito www.lapuntadellalingua.it. Inoltre ci saranno ulteriori soprese con appuntamenti nel mese di luglio a Fabriano e Macerata che saranno presentati più avanti.

PREMIO FRANCO SCATAGLINI – Nella seconda edizione del riuscito e originale concorso di videopoesia La poesia che si vede, che nel 2022 è diventato internazionaleil premio Franco Scataglini sarà assegnato (il 24 giugno presso l’Arena Cinema Lazzaretto della Mole Vanvitelliana) al vincitore del concorso, tra le oltre 180 opere che si sono iscritte. 

MOSTRA POESIA VISIVA – In un festival di poesia totale che promuove l’arte poetica nelle sue molteplici varianti e contaminazioni con le altre arti, avrà un posto di rilievo la Mostra VERBOVISIONI sulla Poesia Visiva in cui si potranno vedere le opere appartenenti alla Collezione Campanotto. La mostra, che si articola in due parti, sarà inaugurata ad Ancona nella Sala delle Polveri della Mole Vanvitelliana domenica 19 giugno e a Macerata alla Liberia Catap lunedì 20 giugno e si protrarrà fino al 28 giugno. 

LA PUNTA DELLA LINGUACCIA – La punta della lingua, a cura di Natalia Paci, si rivolge anche ai più giovani nella sezione La punta della linguaccia con Bruno Tognolini protagonista dell’incontro per bambini La prosa dice, la poesia fa. Rime e ritmi fuori dai libri e nel mondo (il 19 giugno a Castelfidardo, Sala Convegni – Piazza della Repubblica). Bruno Tognolini è uno scrittore “per bambini e per i loro grandi”. È anche poeta ramingo, in giro per l’Italia da trent’anni per incontrare i lettori bambini e adulti.