Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Penelope, la dea sul velluto

La scultura fa parte di una serie di 37 opere, realizzate tra il 1993 e il 1998 dall’artista Gianni Guerra. L'opera vigila sul molo di levante di Senigallia dal 2004

La Penelope di Senigallia

SENIGALLIA – La scultura fa parte di una serie di trentasette opere, tutte realizzate tra il 1993 ed il 1998 dall’artista senigalliese Gianni Guerra. La Penelope di Senigallia è diventata un simbolo per gli innamorati che, come segno del loro amore, lasciano un lucchetto. Penelope vigila sul molo di levante dal 2004. Una scultura a cui i senigalliesi si sono affezionati, molti sono addirittura pronti a giurare che porti fortuna. Sono 55 le recensioni allo spazio dedicato alla scultura su Tripadvisor: “Un posto dove andare”, “Tappa obbligata senza dimenticarsi un lucchetto”. Dopo 23 anni, è diventata un punto fermo per quei turisti che ogni anno scelgono Senigallia.

 

La storia scritta da Elly e Gianni Guerra

«Non abbiamo mai provato grande emozione per altre opere come per lei, come, ad esempio i “Nudi guerrieri greci “, che, a distanza di anni, non hanno ancora un nome…nonostante siano stati fatti e rifatti più volte. Di ritorno dall’ennesimo viaggio sulle Dolomiti…decidemmo di ritornarci e…la portammo in Val di Fassa…fra un giardino di rose rosse…e il mormorio di un fiume che, da sempre, scende dalla Marmolada…poco prima che questo si fonda e svanisca in quel romantico laghetto sopra Moena. In quel paradiso  “attese” per alcuni anni…! Nella valle molti la ricordano….la chiamavano Rosalpina. La sua lunga attesa terminò… “insieme alla sua tristezza” e tornò a casa, nella terra dove lei è nata….Senigallia. Una notte, trovandoci sulla punta più estrema del molo di levante, vedemmo una barca che andava in mare con un uomo, forse due… che, inghiottita dal buio, scomparve come svanita nel nulla. Ci ponemmo entrambi le stesse domande: Dove andrà? Quando ritornerà? Chi aspetta il suo ritorno? I suoi bambini…? Una donna…? Ma certamente !! Una donna !!! Tutti gli uomini hanno una donna, magari solo nel cuore !!!! Ripensammo intensamente alla mitica leggenda di Ulisse e Penelope che…”attese” il suo uomo per quasi venti anni. La storia di Penelope è una leggenda, ma non fino in fondo…!!! Molti uomini, in ogni parte del mondo, si avventurano anche in mare…molti “tornano”, altri “si perdono”, comunque scompaiono e quasi sempre, c’è una donna che li aspetta…che prega…li protegge… e non smette mai di sognare quel giorno… quando potrà di nuovo stringerlo fra le sue braccia, quando il Suo uomo sarà finalmente “ritornato a casa…” Anche dal nostro porto di Senigallia, partono da sempre i nostri uomini…Ognuno di loro lascia qui i suoi pensieri, i suoi sogni, i suoi desideri, le sue speranze…È da qui…che avranno bisogno, più che mai di tanta… tanta…fortuna!!! Un pensiero ad ogni Penelope e a tutti gli uomini che vanno in mare e a tutti coloro che, anche per necessità, lasciano la propria casa, la propria terra, la propria donna, la propria Famiglia, ma con un unico desiderio nel cuore: tornare presto a casa».