Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Palazzo Campana, il duo Riganelli e Mazzoni fa scoprire il “klezmer”

Stasera, domenica 30 luglio, il concerto dei due grandi musicisti chiude la rassegna “Incontri musicali d'estate” a Osimo. Nelle loro note il patrimonio ebraico contaminato dal jazz americano

Christian Riganelli e Massimo Mazzoni

OSIMO – Oggi, domenica 30 luglio, alle 21.30 nel cortile di palazzo Campana di Osimo si concludono gli applauditissimi concerti della 27esima edizione di “Incontri musicali d’estate”, la rassegna promossa dall’istituto Campana per l’istruzione permanente. Sarà la volta del duo formato dal sassofonista Massimo Mazzoni e dal fisarmonicista Christian Riganelli che presenteranno il loro cd “New klezmer tales”.

Questo lavoro racconta il primo incontro con la musica klezmer, genere musicale ebraico contaminato dal jazz americano, racconta pagine di storie musicali, persone incrociate, melodie che hanno aperto una nuova prospettiva nei confronti di una musica che esprime tutta la complessità e la ricchezza degli stati d’animo dell’uomo. Una musica piena di significati da cui scaturisce l’idea di stimolare la creatività di compositori contemporanei. Da questo progetto sono nate composizioni originali d’ispirazione klezmer per sassofono e fisarmonica, racconti musicali in cui convivono elementi tradizionali e popolari, sprazzi di musica contemporanea, momenti contrappuntistici e armonie jazz. A loro sono affiancati standard della tradizione popolare e una personale interpretazione della “Hot sonate” di Erwin Schuloff. “Nuovi racconti klezmer” è l’inizio di una storia che artisti e compositori continueranno a scrivere insieme. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Massimo Mazzoni, considerato come uno dei maggiori interpreti italiani del repertorio classico e contemporaneo del sassofono, ha studiato al liceo musicale di Fermo, al conservatorio “Rossini” di Pesaro e poi in quello di Bordeaux nella classe di sassofono superiore di Jean Marie Londeix. Fin dall’età di diciotto anni ha iniziato a collaborare con varie orchestre sinfoniche tra cui quella della Rai di Torino, Rai di Milano e la Filarmonica del teatro alla Scala di Milano. Ha tenuto concerti in Italia, Francia, Germania, Grecia, Spagna, Giappone, Portogallo,Turchia, Svezia, Stati Uniti, Russia, Libano, Austria e Svizzera.

Christian Riganelli ha studiato al conservatorio “Pergolesi” di Fermo dove ha conseguito il diploma in Didattica della musica e il diploma accademico di secondo livello a indirizzo interpretativo-compositivo con il maestro Centazzo. Si è esibito in Francia, Germania, Danimarca, Inghilterra, Repubblica Ceca, Belgio, Brasile, Argentina e Giappone in occasione di importanti festival e rassegne internazionali. Ha collaborato con Vinicio Capossela, Riccardo Tesi e David Riondino. Svolge un’intensa attività concertistica come solista e in varie formazioni cameristiche. Nel 2014 riceve la nomina di direttore del Museo internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo. Dal 2016 è direttore artistico del Premio internazionale Città di Castelfidardo.