Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

I paesaggi in miniatura di Renzo Tortelli esposti a Senigallia fino a natale

In mostra le piccolissime stampe del noto fotografo marchigiano scomparso nel 2019 che parla dell'uomo guardando i segni che lascia del suo passaggio sulla terra

Paesaggio marchigiano, dalla serie “Agreste” – 1967 © Renzo Tortelli
Paesaggio marchigiano, dalla serie “Agreste” – 1967 © Renzo Tortelli

SENIGALLIA – Una nuova mostra a cura di Simona Guerra è stata allestita fino al 24 dicembre 2021 presso lo spazio Piktart di via Mamiani 14, a Senigallia. Si tratta di “Renzo Tortelli – Paesaggi in miniatura”, un’esposizione di 30 opere, tutte dedicate al paesaggio, del fotografo marchigiano (1926-2019) riconosciuto a livello internazionale come maestro della fotografia.

Nel paesaggio di Renzo Tortelli ampio spazio è lasciato alle coltivazioni di grano, ai covoni, ai solchi lasciati dagli aratri sono il segno di un passaggio; la figura umana è difficilmente rappresentata se non dalle tracce che lascia e che diventano uno spunto per un gioco grafico.

La particolarità degli originali in mostra è nella ridottissima dimensione delle stampe realizzate dall’autore: un’attenzione al particolare che chiede tempo per la sua osservazione. Paesaggi in miniatura dunque con un allestimento realizzato appositamente per questo evento da Renato Bencivenga, maestro corniciaio di Senigallia.

Paesaggio marino – anni ’60 © Renzo Tortelli
Paesaggio marino – anni ’60 © Renzo Tortelli

Biografia 
Renzo Tortelli (1926 – 2019) si dedica alla fotografia sin da giovanissimo. La sua passione si manifesta nei primi anni ’50, un momento in cui la fotografia nelle Marche vive un periodo particolarmente intenso e produttivo.  Tra gli anni ’50 e ’60 compone le sue serie più note: Il paesaggio delle Marche (dal 1955), Scanno (1957-59), Loreto (1959), Piccolo Mondo (1958-59), Marine (dal 1958), Milano (1958), Agreste (1960-69), Primo Maggio sul Misa (1964). Degli anni ’60 e ’70 sono invece i documenti sul lavoro di artisti e scultori italiani stimati. Fra questi: Sante Monachesi, fondatore nel 1932 del Movimento Futurista nelle Marche; Domenico Cantatore, del movimento artistico e letterario milanese Corrente; Arnoldo Ciarrocchi, Giorgio Cegna, Silvio Craia, Odo Tinteri, Wladimiro Tulli. Opere di Tortelli sono conservate in numerose collezioni e sono state oggetto di mostre in Francia, Stati Uniti, Germania, Spagna, Messico. Numerose le pubblicazioni e i premi: tra questi nel 2012 la FIAF gli conferisce il titolo di Insigne Fotografo Italiano. Info: www.renzotortelli.it

Info e orari: ingresso libero tutti i giorni 18:00 > 20:00 solo su appuntamento al 338. 8048294.