Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

A Ostra Vetere torna Montesaxnovo Festival: una mostra e otto concerti con artisti internazionali

La kermesse si terrà dal 9 al 30 agosto, con eventi culturali nei palazzi del centro storico e presso il sito archeologico di Ostra antica. Protagonista il sassofono

Presentazione di Montesaxnovo Festival

OSTRA VETERE – Otto concerti con artisti internazionali, una mostra e masterclass di sassofono con la partecipazione di oltre 40 sassofonisti provenienti da tutta Italia. Dal 9 al 30 agosto l’eccellenza della musica classica sarà protagonista di Montesaxnovo Festival a Ostra Vetere, con eventi culturali nei palazzi del centro storico e presso il sito archeologico di Ostra antica.
Il tema portante del festival sarà il sassofono e il direttore artistico è Federico Mondelci, uno dei più apprezzati sassofonisti del concertismo internazionale che ha deciso di organizzare la kermesse nella sua città natale, dove ha scelto di vivere.
Il festival è anche organizzato dall’Associazione Culturale Lemuse, in collaborazione con il Comune di Ostra Vetere e il supporto di Regione Marche e BCC di Ostra Vetere.

«La fioritura culturale dell’entroterra si pone come una strategia di rinascita del territorio – spiega Federico Mondelci – e stiamo organizzando questo festival con concerti di altissimo livello. Sarà una festa grazie alla musica e alla bellezza dei luoghi. L’anno scorso la prima edizione ha avuto un grandissimo successo, con la partecipazione di persone provenienti da tutte le Marche e da fuori regione. Quest’anno abbiamo già ricevuto delle prenotazioni da Pavia. La provincia vuole diventare protagonista del dialogo culturale, in grado di attrarre risorse umane economiche e turistiche. Il programma del Montesaxnovo Festival con i suoi otto concerti, quanto a prestigio di contenuto artistico, appartiene al livello dell’offerta dei grandi centri culturali».

Saranno infatti presenti artisti di livello internazionale che si esibiscono regolarmente in prestigiose rassegne, festival e teatri di tutto il mondo: Enrico Pieranunzi, il pianista jazz italiano più accreditato al mondo; il bandoneonista e compositore marchigiano Daniele Di Bonaventura, accompagnato da strumentisti ad arco marchigiani, che lega il suo nome a collaborazioni di grande successo (es. Paolo Fresu) e incisioni discografiche di assoluto prestigio per la ECM; il Duo Iorio – Stafano che proporrà il concerto “Mediterranean Tales” confluito in un CD di grande successo recentemente pubblicato. Essendo il tema portante del festival legato al sassofono, saranno ospiti Arno Bornkamp (Olanda) e Federico Mondelci, considerati tra i più apprezzati sassofonisti del concertismo internazionale, e il giovane e pluripremiato sassofonista Jacopo Taddei.

La musica verrà poi declinata nel territorio suggestivo della zona archeologia di Ostra Antica dove prenderanno vita le performance musicali del pianista marchigiano Lorenzo Di Bella e dell’attrice Francesca Di Modugno, e nella tenuta dove il leggendario verdicchio Villa Bucci del patron Ampelio Bucci viene prodotto, con la presenza degli artisti del festival e del violoncellista finlandese Martti Rousi, concertista internazionale e professore all’Accademia Sibelius di Helsinki. In questa occasione verrà presentato dal suo stesso autore il libro L’Infanzia Infinita di Ampelio Bucci, recentemente pubblicato da Affinità Elettive Edizioni.

«È un festival di identità a tutto tondo – spiega Paola Fabbrini, assessore alla Cultura del Comune di Ostra Vetere – a partire dal nome. Anticamente Ostra Vetere si chiamava Montenovo. La prima edizione ha avuto un grandissimo successo e siamo felici di organizzare per il secondo anno un festival che valorizza il nostro territorio».
Spazio anche alla formazione, con masterclass di sassofono che vedranno la partecipazione di oltre 40 sassofonisti provenienti da 12 regioni d’Italia, tenute da Federico Mondelci, Arno Bornkpamp, Jacopo Taddei per il repertorio solistico, da Gianni Iorio, Emiliano Rodriguez per la musica da camera e il jazz, con la presenza dei pianisti Filippo Farinelli e Paolo Biondi e di Michele Paolino per le formazioni di quartetto.

Il festival è stato presentato nella sede della Provincia di Ancona e il presidente Luigi Cerioni si è complimentato «con l’amministrazione di Ostra Vetere e le associazioni» che lo stanno organizzando. «In questo periodo difficile – ha detto Cerioni – il Comune dimostra di essere vitale, nonostante le difficoltà. I dati riguardanti il turismo nell’entroterra sono molto positivi, le strutture ricettive sono quasi tutte piene. Ciò significa che gli italiani hanno il desiderio di scoprire i nostri tesori».

Non solo musica. Il 9 agosto, alle ore 18, nella Pinacoteca del Polo Museale di Ostra Vetere, in collaborazione con l’Associazione Galleria Marcantoni, verrà inaugurata la mostra “Disegno in_segno”, dedicata alla grafica d’arte, con le opere di artisti marchigiani del XIX e XX secolo, tra cui A. Ciarrocchi, L. Castellani, L. Bartolini, E. Mattiacci, A. Battistoni, W. Piacesi, F. Luzi, W. Valentini, A. Pomodoro, P. Fazzini, G. Serafini, A. Bucci. La mostra rimarrà aperta per tutto il periodo del festival, dal 9 al 30 agosto, nei giorni venerdì, sabato e domenica dalle 17 alle 20. Gli altri giorni su appuntamento, per informazioni marcantoniarte@gmail.com.

I concerti del 10, 22, 26, 29 agosto saranno ad ingresso libero con prenotazione obbligatoria. Per i concerti del 16, 21, 24, 30 agosto: biglietti 10 euro, ridotto 7 euro (giovani fino a 25 anni e persone oltre i 65). I concerti del 10,16, 21, 24, 30 agosto, in caso di maltempo, si terranno al Centro Sociale di Ostra Vetere, via F.lli Lombardi 1. Prenotazioni, prevendite biglietteria presso IAT – Informazioni Accoglienza Turistica, dalle 9.30 alle 12.30. Tel. 071 965700 – email: polomuseale@comune.ostravetere.an.it. Biglietteria online www.liveticket.it.

Qui, in pdf, il programma di Montesaxnovo Festival.