Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Torna a Fabriano la mostra itinerante del Premio Leonardo Sciascia

Sono ventotto le incisioni, per altrettanti artisti di diciassette Paesi, che partecipano alla decima edizione del Premio Leonardo Sciascia Amateur d’Estampes, la biennale internazionale di grafica

La sede del museo della Carta e della Filigrana a Fabriano

FABRIANO – Sono ventotto le incisioni, per altrettanti artisti di diciassette Paesi, che partecipano a Fabriano alla decima edizione 2021-2022 del Premio Leonardo Sciascia Amateur d’Estampes, la biennale internazionale di grafica d’arte fondata dagli Amici di Leonardo Sciascia e dalla Civica Raccolta di Stampe Achille Bertarelli (Milano). Dopo la mostra inaugurale del 13 maggio a Firenze presso la Fondazione Il Bisonte per lo studio delle arti grafiche, il prestigioso premio internazionale giunge a Fabriano, al Museo della Carta e della Filigrana a partire da oggi, 25 giugno, e fino al 10 settembre.
La mostra sarà visitabile, dal martedì alla domenica con orario 9-19, previa prenotazione. L’inaugurazione oggi alle 17:30 sarà solo su invito, nel rispetto della normativa vigente per il Covid-19, mentre nel mese di luglio è previsto il vernissage dell’esposizione.

La giuria del Premio Leonardo Sciascia Amateur d’Estampes

Il Premio, a invito, è assegnato ogni due anni all’opera di un incisore, selezionata da una giuria di nove artisti tutti particolarmente apprezzati da Sciascia. Il grande incisore francese Érik Desmazières succede da questa edizione, la decima, al compianto Piero Guccione come presidente onorario della giuria composta da Carla Horat, Edo Janich, Giuseppe Modica, Krzysztof Skórczewski, Roberto Stelluti, Evan Summer, Gaetano Tranchino. In precedenza, nell’incarico si sono avvicendati Luisa Adorno, Eduardo Arroyo, Bruno Caruso, Rodolfo Ceccotti, Domenico Faro, Federica Galli, Gian Franco Grechi, e Nunzio Gulino.

Ciascuna edizione del Premio è associata a un catalogo in tiratura limitata edito dalle raffinatissime edizioni «Il Girasole» (Valverde, Catania) di Angelo e Vasco Scandurra con il contributo del Comune di Milano.

La storia del Premio di incisione

La decima edizione del Premio Leonardo Sciascia amateur d’estampes cade nella ricorrenza del centenario della nascita dello scrittore (1921-2021) e si svolge sotto gli auspici del Comitato Nazionale del Centenario Sciasciano, istituito dal ministero della Cultura, e presieduto dalla senatrice Emma Bonino che dello scrittore fu collega e amica negli anni Ottanta nel Gruppo Parlamentare Radicale. 

Il ciclo di esposizioni itineranti (Firenze, Fabriano, Venezia, Milano, Roma, Palermo) partito il 13 maggio 2021 a Firenze, approda il 25 giugno a Fabriano per concludersi eccezionalmente in Sicilia nel 2022. 
Al pari delle precedenti, anche l’edizione 2021-2022 prevede la cerimonia di premiazione dei primi tre artisti classificati alla Sala della Balla del Castello Sforzesco di Milano, il 10 febbraio 2022. Secondo la tradizione, anche questa edizione del Premio Sciascia prevede una mostra omaggio, fuori concorso, dedicata a uno degli artisti prediletti dallo scrittore. Dopo Alberto Manfredi, Leonardo Castellani, Jean Pierre Vélly, Mino Maccari, è la volta di Piero Guccione (1935-2018) che con Sciascia ha stabilito una profonda amicizia e intrattenuto una corrispondenza finora rimasta inedita. Curata da Giovanna Mori, in collaborazione con Archivio Piero Guccione, la mostra ospiterà quindici opere grafiche che abbracciano il periodo 1964-2007.

Exit mobile version