Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Marche Teatro lancia i Consulti Poetici. Velia Papa: «Siamo gli unici in Italia»

In veste di medici-poeti, gli attori al telefono somministrano ricette a base di testi di grandi autori. Un modo, in questo tempo sospeso, di sentirsi vicini. Il servizio è attivo tutti i giorni

Il Teatro delle Muse di Ancona

ANCONA – Sono partiti questa mattina (15 aprile) i Consulti Poetici telefonici di Marche Teatro, che ha già ricevuto centinaia di prenotazioni per i prossimi giorni. In veste di Medici-Poeti gli attori di Marche Teatro offrono, a chiunque lo richieda, un Consulto Poetico, al telefono, somministrando ricette a base di testi di grandi autori. Dieci minuti di leggerezza, di piacere dell’ascolto, di potere della parola poetica. Un modo, in questo tempo sospeso, di sentirsi vicini.

Velia Papa

«In questo periodo di auto isolamento forzato – spiega Velia Papa, direttrice di Marche Teatro – ci siamo chiesti come poter essere vicini al nostro pubblico, non potendo contare sulla vicinanza fisica della relazione teatrale. Abbiamo quindi pensato ad una relazione interpersonale attore-utente, attraverso la voce, via telefono, un mezzo che, paragonato alle odierne tecnologie digitali audiovideo, può apparire addirittura arcaico ma che, proprio per questo, può meglio evocare il teatro. In poche ore abbiamo già ricevuto tantissime prenotazioni e sono certa che i Consulti Poetici saranno molto apprezzati. Al momento il Consulto Poetico viene offerto da due attori del territorio con cui collaboriamo, ma probabilmente il numero degli attori aumenterà. Al pubblico offriamo dieci minuti di leggerezza, ma con questi Consulti Poetici diamo anche lavoro ad alcuni attori e questo è molto importante perche i primi a fare le spese di questa situazione sono proprio gli artisti».  

Gli attori portano la parola di grandi della letteratura e della poesia stabilendo un contatto personale con l’utente che richiede il Consulto. Per ogni persona, in base al suo stato d’animo, il Medico-Poeta troverà la giusta parola poetica scegliendo il rimedio tra un centinaio di testi diversi, tra cui opere di: Anna Andreevna Achmatova, Charles Baudelaire, Jacques Brel, Italo Calvino, Dino Campana, Guido Ceronetti, Emily Dickinson, Nazim Hikmet, Guido Gozzano, Giacomo Leopardi, Alda Merini, Eugenio Montale, Elsa Morante, Cesare Pavese, Fernando Pessoa, Antonio Tabucchi e tanti altri, tra cui anche un racconto breve inedito di Marco Baliani.

Le parole di Pessoa “La poesia può guarire ogni male” – continua Velia Papa – ci hanno convinti a proporre questi Consulti Poetici. Un progetto nato dall’idea dello scrittore/attore francese, Fabrice Melquiot, che vogliamo ringraziare per la sua disponibilità. I Consulti sono già stati sperimentati, con grandissimo successo, al Théâtre de la Ville di Parigi, dove sono, tuttora, in corso. In Italia, invece, Marche Teatro è la prima e unica istituzione ad aver lanciato i Consulti Poetici telefonici. In futuro, quando si potrà uscire di casa, valuteremo se farli dal vivo, rispettando il distanziamento sociale».

Paolo Marasca

Anche l’assessore alla Cultura di Ancona, Paolo Marasca, suggerisce di prenotarsi. «Ho avuto la fortuna di essere uno dei soggetti su cui testare l’esperienza – sottolinea l’assessore – la raccomando di cuore a tutti, apre il cuore, spalanca i sensi, fa stare bene. Iscrivetevi qui, attori del territorio, un teatro straordinario, una città, vi serviranno Parole a sostegno della vostra anima: https://www.marcheteatro.it/consulti-poetici/…». Per usufruire di questo originale pronto intervento poetico basterà infatti prenotare il consulto telefonico compilando un formulario. Il servizio è attivo tutti i giorni dalle ore 11 alle 18. Una mail di risposta confermerà ora e data della telefonata poetica richiesta.

Nel frattempo, però, lo stop per il Coronavirus sta danneggiando pesantemente la cultura e i teatri stanno vivendo giorni di incertezza. Non si sa ancora quando potranno riprendere gli spettacoli e, soprattutto, con quali modalità. «Ogni giorno ragioniamo su questo – spiega Velia Papa – e su cosa proporre al pubblico. Con gli artisti stiamo valutando soluzioni alternative ma, prima di comunicarle, dobbiamo capire come possono essere realizzate e, poi, portate avanti. Stiamo aspettando delle risposte dal Mibact: se non ci comunica cosa dobbiamo fare e che ne sarà dei finanziamenti per le attività, sarà difficile prendere delle decisioni. Tutto il mondo del teatro sta aspettando le decisioni del Ministero».

LEGGI ANCHE: Videoconferenza con il Ministro Franceschini, Marasca: «Servono misure di sostegno alla cultura»

Intanto, in ottemperanza ai decreti del Presidente del Consiglio, Marche Teatro ha sospeso tutti gli spettacoli programmati fino al 3 maggio. Incerta anche la realizzazione di Inteatro Festival, in programma a giugno. «Entro la fine della settimana  – spiega la direttrice di Marche Teatro – comunicheremo se ci sarà o meno Inteatro. È un festival internazionale e uno dei problemi più grandi è legato alla partecipazione delle compagnie internazionali. Non sappiamo se riusciranno a venire».

Elenco degli spettacoli rinviati o annullati

LEGGI ANCHE: Coronavirus, stop alla cultura. Velia Papa: «Ingente danno economico, problemi per le tournée di 4 compagnie»