Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Tutti in Galleria con Mam’S

Il 12 febbraio, con le lettura di "La storia di Myriam e Fla", il Mam'S di Sassoferrato inaugura due mesi di intense attività, che ospiteranno laboratori, conferenze, concerti, e molto altro

Veduta del borgo di Sassoferrato

SASSOFERRATO – Quasi fosse un teatro, il Mam’S (Mondo, Arte, Marche, Salvi) di Sassoferrato inaugura due mesi di intense attività nelle bellissime sale della Galleria, predisposte già in origine ad ospitare laboratori, conferenze, concerti, letture, esperienze didattiche e incontri dedicati all’arte. Sicuramente un’emozione unica per i bambini sarà ascoltare la musica circondati dalle opere dei maestri del ‘900, e una vera e propria esperienza di scoperta per gli adulti che, invece, saranno guidati verso l’approccio al linguaggio dell’arte contemporanea, in maniera semplice, ma non semplicistica, ed estremamente comprensibile.

Il Mam’s di Sassoferrato

Si parte il 12 febbraio con l’evento che esula dagli altri e che unisce ogni generazione, con la lettura animata della bellissima fiaba – scritta e illustrata – dal noto pittore Giuseppe Gigli, arricchita dalla chitarra del M° Luca Lampis.
Il secondo appuntamento con la lettura animata sarà invece dedicato al colore e alla narrazione dell’arte, usufruendo delle opere esposte nelle sale museali. Due invece sono i laboratori che prevedono l’uso di colori naturali, previa indicazioni necessarie sul senso delle linee, dei volumi e degli stessi colori nell’arte: 26 febbraio e 19 marzo.
Da venerdì 17 sarà la volta degli incontri dedicati all’arte contemporanea e al suo linguaggio che, ancora oggi, sembra completamente incomprensibile. Si partirà dalla storia dell’umanità per capire qual è il senso e lo scopo della creazione artistica, passando per le avanguardie di rottura del ‘900 e arrivando fino a uno dei linguaggi artistici più complessi che tutti abbiamo continuamente sotto gli occhi, ma che spesso non consideriamo tale. Il tutto affrontato con una narrazione informale, comprensibile e divertente, partendo dagli aspetti più curiosi inerenti i protagonisti.

La serie di incontri si inserisce all’interno di un vero e proprio piano di sviluppo e promozione del Mam’S che, ad oggi, rappresenta una delle principali raccolte d’arte del’900 presente nel territorio regionale, nonché testimonianza di uno dei più prestigiosi premi d’arte presenti in Italia da ben 66 anni: secondo per storicità e importanza, solo alla Biennale di Venezia.
Il Mam’S è allestito nelle ampie ed eleganti sale di Palazzo degli Scalzi, la galleria raccoglie 680 delle circa quattromila opere. L’intera collezione è frutto delle acquisizioni avvenute nel corso degli oltre sessant’anni di storia della Rassegna Internazionale d’Arte/Premio “G.B. Salvi”, evento intitolato al grande pittore del ‘600, Giovan Battista Salvi, universalmente riconosciuto come Il Sassoferrato. Una prestigiosa collezione che raccoglie le opere di numerosissimi artisti, fra cui anche coloro che hanno contribuendo a scrivere la storia dell’arte del secolo scorso, unica per importanza e grandezza nell’intera regione.


Questo il calendario completo dei laboratori: 12 febbraio: “La storia di Myriam e Fla” lettura animata e chitarra; 26 febbraio: “Coloriamo la musica”, laboratorio; 5 marzo: “…ma i colori si leggono?” lettura animata; 19 marzo: “Coloriamo la musica II”, laboratorio.
Calendario degli incontri: 17 febbraio: Excursus nella storia dell’arte: serve davvero?; 24 febbraio: Le avanguardie: il Dada; 3 marzo: Le avanguardie: il Futurismo; 10 marzo: Illustrazioni, testi, musica e fumetto: a ogni forma il suo linguaggio.

Gli eventi si terranno presso la sede del Mam’S in piazza Gramsci, 1 a Sassoferrato.
Orari: laboratori e letture a partire dalle 16; incontri/seminari a partire dalle 21:15
Gli incontri sono organizzati da Happennines /Sassoferratoturismo in collaborazione con la direzione artistica di Ar[t]cevia e patrocinati dal Comune di Sassoferrato.