Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Macerata, la musica non si ferma: al via la 14esima edizione dell’Homeless Fest

Il contest è uno dei pochi, a livello regionale, che ha deciso di non annullare il progetto di quest'anno e di metterlo in atto in una versione "rivisitata"

MACERATA – Nonostante i vari Dpcm e le innumerevoli limitazioni la musica ha deciso di non fermarsi; almeno a Macerata. Il contest Homeless Fest ha deciso di portare “online” la sua 14esima edizione continuando a dare spazio, come fa dal 2006, alle band e ai cantanti emergenti che scrivono musica propria. Normalmente l’Homeless Fest si svolge nei teatri storici per poi terminare con le serate conclusive al teatro Don Bosco di Macerata. Ma quest’anno le limitazioni impongono una prima fase in studio con le due finalissime nel teatro maceratese nel massimo rispetto delle norma anti-contagio.

«Abbiamo valutato da una parte la situazione sanitaria e dall’altra Dpcm dopo Dpcm abbiamo cercato di capire cosa era possibile e cosa non era possibile fare – spiega Gianni Sbrascini, responsabile dell’organizzazione -. Rinviarlo non era possibile perché saremmo andati a finire in primavera quando normalmente iniziamo a lavorare per l’edizione successiva quindi dovevamo decidere se annullarlo e se comunque farlo in modalità “nuove” e “diverse” e abbiamo optato per la seconda».

«Come è ovvio siamo dovuti scendere a compromessi con lo streaming e con la mancanza, purtroppo, di pubblico; due aspetti che non ci piacciono affatto ma che viste le disposizioni per contenere l’emergenza sanitaria dobbiamo rispettare – ha proseguito l’organizzatore del contest maceratese -. Abbiamo deciso comunque di non annullarlo perché intanto così possiamo far lavorare degli amici – penso a fonici o tecnici – che purtroppo stanno a casa da molto tempo e soprattutto per dare un messaggio di positività a tutti; in tutta la regione i contest come i festival sono saltati e forse siamo gli unici rimasti».

Come si svolgerà quindi questa “nuova” edizione? «La prima fase la faremo a porte chiuse in uno spazio nuovo che abbiamo a Montecassiano; una sorta di studio di registrazione. Un angolo attrezzato dove possiamo permettere il normale svolgimento del contest in sicurezza – ha proseguito Sbrascini -. Le serate finali del 28 e 29 novembre contiamo di farle al teatro Don Bosco di Macerata, sempre a porte chiuse, nel rispetto delle norma anti-contagio e trasmettendo tutto in streaming».

«Al momento le selezioni sono ancora aperte (fino a domani) e contiamo di arrivare a 13/14 band – ha proseguito -. Al termine del contest i primi tre classificati potranno registrare un demo nel nostro studio con un numero variabile di pezzi in base al posizionamento. Poi abbiamo anche la nostra etichetta, e tante collaborazioni anche fuori regione, quindi insieme possiamo valutare una eventuale produzione».

Exit mobile version