Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

L’università di Macerata nel segno di Mike Bongiorno e Totò

La Fondazione voluta dalla famiglia del conduttore televisivo finanzierà nove borse di studio del valore di circa mille euro ciascuna per sostenere gli studenti meritevoli dell'ateneo. Presenti alla consegna Nicolò Bongiorno e Antonello Buffardi de Curtis, nipote dell'attore partenopeo

Mike Bongiorno, Edy Campagnoli e Totò sul set di "Totò lascia o raddoppia"

Giovedì 25 ottobre, la consegna delle borse di studio della Fondazione Mike Bongiorno sarà un’occasione per ricordare due pilastri del mondo dello spettacolo insieme al figlio Nicolò Bongiorno e al nipote Antonello Buffardi de Curtis.

La Fondazione voluta dalla famiglia del conduttore televisivo finanzierà nove borse di studio del valore di circa mille euro ciascuna per sostenere gli studenti meritevoli dell’Università di Macerata iscritti a corsi di laurea triennale, magistrale e a ciclo unico. «Come annunciato durante la puntata del Rischiatutto dell’11 novembre 2016 dalla moglie Daniela Zuccoli Bongiorno, l’obiettivo principale di questo impegno è tramandare l’eredità di valori del celebre presentatore attraverso i proventi della solidarietà ricavati dalla Casella Mike. La Fondazione, nella scelta degli Istituti, ha voluto testimoniare affetto e vicinanza ai Comuni del centro Italia coinvolti dagli eventi sismici del 2016 per incentivare i vincitori, e la loro comunità, a continuare con costanza, dedizione e “allegria” il proprio percorso formativo e di vita», fanno sapere dall’ateneo.

E l’ateneo ha scelto di celebrare l’assegnazione dei finanziamenti agli studenti selezionati giovedì 25 ottobre con un evento speciale per ricordare il rapporto di Mike con un altro grande artista del mondo dello spettacolo: Totò. Saranno presenti Nicolò Bongiorno, regista e figlio di Mike, e Antonello Buffardi de Curtis, nipote del grande Totò, invitato per l’occasione dal professor Anton Giulio Mancino, che modererà l’incontro “Mike & Totò. Lascia o Raddoppia?”. Il titolo richiama il film diretto da Camillo Mastrocinque nel 1956 che vide protagonisti proprio il conduttore del primo quiz italiano della storia insieme al principe della risata Antonio De Curtis. La giornata si aprirà alle 10 Auditorium di Unimc con i saluti del rettore Francesco Adornato e della delegata per l’orientamento Pamela Lattanzi.