Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

L’ora del Ricevimento con Bentivoglio

Mercoledì 8 febbraio va in scena al teatro Pergolesi di Jesi una commedia per riflettere immersa nelle contraddizioni della contemporaneità. Regia di Michele Placido

L'attore Fabrizio Bentivoglio

JESI – Una classe complessa e variegata guidata da cinico e disilluso professore interpretato da Fabrizio Bentivoglio. Appuntamento mercoledì 8 febbraio, ore 21 al Teatro Pergolesi di Jesi con “L’ora del ricevimento” (banlieue) Stefano Massini per la regia di Michele Placido produzione del Teatro Stabile dell’Umbria. Lo spettacolo rientra nella stagione di Prosa del Massimo jesino e del Teatro Spontini di Maiolati Spontini promosse dalla Fondazione Pergolesi Spontini e da Marche Teatro, teatro di Rilevante Interesse Culturale in collaborazione con gli assessorati alla cultura dei comuni di Jesi e Maiolati.

L’ora del ricevimento

«Una commedia non per ridere, ma per riflettere, con un momento finale che spiazza tutti» così definisce questa pièce il regista Michele Placido. Protagonista dello spettacolo è Fabrizio Bentivoglio che interpreta il cinico e disilluso professor Ardeche, insegnante di materie letterarie in una scuola ai margini dell’area metropolitana di Tolosa dove la scolaresca, con annessi e connessi, è un crogiuolo di razze e culture. Bentivoglio spiega che lo spettacolo è «Un avamposto della nostra società civile che diventa, grazie anche alla maestria di Massini, una sorta di metafora di tutti noi, metafora di tutto l’Occidente europeo e di come siamo in fondo impreparati a ricevere tutti questi impulsi, tutte queste persone nuove che arrivano con le loro culture, con i loro piatti, con le loro musiche, con le loro credenze religiose. C’è la difficoltà di aprirsi a tutto questo, di cercare di capirlo veramente, di guardarlo e di vedere mentre lo si guarda». La vicenda è così riassunta dall’autore Stefano Massini: «La sua classe si trova nel cuore dell’esplosiva banlieue di Les Izards, ai margini dell’area metropolitana di Tolosa».

Il cartellone di prosa del Pergolesi prosegue martedì 14 febbraio con il testo di Molière e l’interpretazione di Emilio Solfrizzi in “Il Borghese e Gentiluomo” diretto da Armando Pugliese, lunedì 6 marzo con Giobbe Covatta, Enzo Iacchetti in scena e Gioele Dix alla regia ed adattamento del testo presentano la commedia di Axel Hellstenius “Matti da slegare”. La Stagione Teatrale del Teatro Gaspare Spontini prosegue invece sabato 11 febbraio con uno dei migliori rappresentanti della stand up comedy in italia: Giorgio Montanini porta in scena “Per quello che vale….”. Venerdì 17 marzo invece, toccherà a Stefania Sandrelli e Amanda Sandrelli nel testo di Astrid Veillon “Il Bagno” con la regia di Gabriel Olivares. Info presso la biglietteria del Teatro G.B. Pergolesi.