“L’opera al femminile”

Attraverso la musica di uomini che amano le donne, vanno in scena le voci femminili dell'Accademia d'arte lirica di Osimo pronte a celebrare ancora l'8 marzo

OSIMO – Un concerto di sole voci femminili per la festa della donna è in programma al teatro “La Perla” di Montegranaro, domenica 12 marzo alle 17. Protagoniste sono le giovani cantanti dell’Accademia d’arte lirica di Osimo con il pianista Alessandro Benigni.

“L’opera al femminile” è il titolo di questo evento, che offre musiche dei grandi operisti, da Mozart a Puccini. Un ventaglio di ritratti di donna, dall’opera buffa al melodramma romantico e al verismo, che danno l’idea di quanto la sensibilità maschile dei grandi musicisti sia riuscita a penetrare nella psiche femminile di personaggi comici e drammatici: donne innamorate, ritrose o gelose, seduttrici o sedotte, vittoriose o perdenti ma sempre vibranti di sentimenti intensi e profondi.

Si comincia dalle sorelle rivali del “Matrimonio segreto” di Cimarosa, per passare alle eroine comiche del “Così fan tutte” di Mozart, all’innocenza della Sofia del “Signor Bruschino” e all’incostanza della Fiorilla del “Turco in Italia” di Rossini, alle donne pettegole di “Elisir d’amore” donizettiano, per arrivare alla tenera Gilda del “Rigoletto” di Verdi, innamorata di uno studente povero che altri non è che il Duca travestito, in una delle sue sortite deduttive fuori dal suo palazzo di Mantova.

Dal mondo musicale francese arrivano l’indiana Lakmè di Delibes e la bambola Olympia dai Racconti di Hoffmann di Offenbach. Poi tocca al Puccini di Manon Lescaut, prima di introdurre una nota operettistica con “Il pipistrello” di Strauss per sfociare nella musica da camera, con romanze di grande successo, come il Bacio di Arditi e la Tarantella di Rossini.
Voci di donne che festeggiano la donna ma attraverso la musica degli uomini da sempre e per sempre innamorati: “donne, donne, eterni dei”, come canta Figaro nel Barbiere.