Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Lirica: a Montemarciano il “Ritorno all’opera” con Marta Torbidoni

Il soprano protagonista al teatro Alfieri del concerto con il tenore Giuseppe Settanni, accompagnati al pianoforte dal M. Simone Savina

Il soprano Marta Torbidoni

MONTEMARCIANO – Si terrà sabato 25 settembre al teatro Alfieri il concerto lirico “Ritorno all’opera”, che vedrà protagonisti: il soprano Marta Torbidoni e il tenore Giuseppe Settanni, accompagnati al pianoforte dal M. Simone Savina. L’iniziativa, che sarà presentata a partire dalle ore 21.15 dalla giornalista Talita Frezzi, è stata organizzata dall’assessorato alla cultura e proporrà un grande viaggio musicale tra le più note e famose arie d’opera.

Marta Torbidoni (www.martatorbidoni.com) è un soprano che ha intrapreso da giovanissima lo studio del canto lirico, diplomandosi nel 2008 al conservatorio Pergolesi di Fermo e laureandosi nel 2013 in discipline musicali. Da lì in poi è un susseguirsi di affermazioni in vari concorsi lirici nazionali e internazionali, tra cui il “Concorso Europeo per Giovani Cantanti lirici” di Spoleto (2014), il premio “Cesare Valletti”, il premio “Accademia Puccini” di Torre del Lago (2015) e il premio Franco Enriquez (2017). Più volte divenuta miglior soprano, debutta al teatro Verdi di Busseto per il festival Verdi 2016, poi diviene protagonista in diverse opere tra cui La Traviata, Anna Bolena, Rigoletto, Gianni Schicchi, I Puritani, I Masnadieri, Carmen, Turandot, I Pagliacci. 

Il tenore pugliese Giuseppe Settanni nasce artisticamente tra il 2015 e il 2018, dopo il diploma al conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari, e numerosi corsi e masterclass tra cui quella di alto perfezionamento in canto lirico all’Accademia della lirica italiana a Bari. Già nel 2015 prende parte alla produzione dell’opera Pagliacci di R. Leoncavallo presso il National Museum di Kyoto. È artista del coro del Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno nelle partecipazioni al Rossini opera Festival dal 2017 nelle opere La Pietra del paragone, Le Siege de Corinthe, Il Barbiere di Siviglia, Ricciardo e Zoraide, L’Equivoco Stravagante e Semiramide. È artista del coro per la Fondazione Petruzzelli di Bari. Con l’orchestra sinfonica della città metropolitana di Bari debutta ne La Boheme di G. Puccini, nell’Aida di G. Verdi, in Madama Butterfly di G. Puccini, in Rigoletto di G. Verdi, ne La Traviata di G. Verdi e in Tosca di G. Puccini. Inoltre, con la stessa è impegnato in numerose rassegne concertistiche.  

Simone Savina si diploma in pianoforte al conservatorio Arrigo Boito di Parma nel 1994. Nello stesso anno inizia la sua collaborazione con il Teatro Regio di Parma che lo vedrà arrivare fino alla nomina nel 2001 di pianista collaboratore di tutte le produzioni del festival verdi di Parma. In questi anni ha maturato una peculiare specializzazione di tutte le opere di Verdi e del repertorio italiano dell’ 800. Collabora con i più importanti direttori d’orchestra, cantanti e registi del più alto livello internazionale.

Inizio concerto alle ore 21.15. 
Biglietti: prezzo unico 15 euro, gratis fino a 10 anni.
Info e prenotazioni: 3470031063.
Obbligo del green pass

Exit mobile version