Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Il gioco magico della narrazione

Al via la Festa del Libro per Ragazzi di Jesi: per cinque settimane la città sarà animata da incontri, laboratori, dibattiti, seminari, letture, spettacoli, mostre. Appuntamenti per bambini e, soprattutto, per tutte quelle persone che, quotidianamente, si prendono cura dei più piccoli, dei ragazzi e degli adolescenti

da sinistra: Gatti, Butini, Ciampichetti

JESI – Cartellone ricchissimo per la terza edizione della la Festa del Libro per Ragazzi che prende il via domani e per cinque settimane animerà il centro della città.

Francesca Ciampichetti

L’occasione è molto cara all’assessore Luca Butini: «Da domani fino alla fine di maggio sono davvero tante le iniziative rivolte ai bambini, ai ragazzi e alle loro famiglie. Professionisti qualificati hanno lavorato all’occasione che ritengo tra le più importanti per la città». Un mese di lavoro per l’associazione La Strada di Achille, la cooperativa Koine, il collettivo artistico Chromo, l’amministrazione comunale e la Biblioteca dei Ragazzi. «Il gioco magico della narrazione sarà il filo conduttore della festa – le parole di Francesca Ciampichetti della Sezione Ragazzi della Biblioteca Comunale Planettiana -. Narrare storie fa parte del nostro essere umani per questo a tutti i nostri ospiti abbiamo chiesto di presentare il proprio percorso di ricerca, di linguaggio, le riflessioni e le forme scelte. Agli adulti che parteciperanno alla Festa con e per i loro bambini, chiediamo di arrivare con occhi curiosi, con tante domande, con il desiderio di giocare. L’auspicio è, per tutti e per ciascuno di noi, di lasciare alla fine il porto della Festa e salpare a vele spiegate, con il vento in poppa, verso un futuro più consapevole».

Tre i percorsi quest’anno, ciascuno dedicato a temi specifici che riguardano i libri e la lettura per le diverse età: alla fascia 0-6 sono dedicati gli incontri “Di tutto il mare buono”; ai bambini della scuole primaria “LibriManifesti”; ai ragazzi e giovani adulti delle scuole secondarie “L’umanità stampata”. Gli incontri di formazione e i momenti di intrattenimento delle Mostre permanenti a Palazzo Santoni e del percorso Altri linguaggi permetteranno invece di incontrare forme ed esperienze educative differenti attraverso la poesia del teatro ed i cortometraggi animati. Non mancheranno i momenti tradizionali per bambini e famiglie con i laboratori e le letture condivise.

Francesco Gatti

«Come sempre abbiamo invitato nomi importanti del panorama letterario infantile – ha spiegato Francesco Gatti de La Strada di Achille – La Festa è un evento, il momento visibile e circoscritto del lavoro che sviluppiamo nel territorio durante tutto l’anno, un momento di arrivo e di partenza per tutte quelle buone pratiche indispensabili alla crescita e formazione dei più giovani. È il risultato dell’impegno di tante persone, dell’incontro con le scuole e con altre realtà ed esperienze di cui speriamo di dare buona testimonianza durante l’intero mese di marzo. “Le case di altri” e “La pantera sotto il letto” sono i libri ospiti le cui tavole saranno in mostra». Che Jesi sia una città molto attenta ad educare i più piccoli attraverso la lettura lo dimostrano i numeri della Sezione Ragazzi della Biblioteca Comunale: circa 400 sono i libri in prestito ogni mese e circa 600 i libri prestati.

Ecco i primi appuntamenti della Festa del Libro: il Teatro Moriconi
domani (venerdì 3 marzo) ore 15.30 ospita Gian Mario Villalta con “Con quale voce”, la poesia, la critica, la comunicazione (dagli anni ’60 all’inizio del nuovo secolo). Nel Teatro di Piazza Federico II, sabato alle 17.30, arriva Giovanna Zoboli con “Le storie di ieri e quelle di oggi” per costruire l’immaginario dei bambini attraverso le fiabe. Palazzo Santoni domenica 5 marzo, ore 10.30, accoglie il Teatro Rebis con “Ciò che è strano qui”, il teatro come esperienza educativa. Al Moriconi domenica, in doppia replica ore 15.30 e ore 17.30, va in scena “Cosa vien dopo?”, spettacolo per bambini dai 5 ai 99 anni di e con Meri Bracalente su le poesie di Toti Scialoja. Il programma completo su www.lastradadiachille.it