Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Le forze dell’ordine e il cinema: ecco Pesaro Award Arts Festival

Appuntamento a Pesaro dal 9 al 18 settembre allo Sperimentale e Palazzo Mazzolari Mosca. Eventi anche per ricordare Alberto Sordi

La presentazione del Police Award di Pesaro

PESARO – Divise e grande schermo. Dal 9 al 18 a Pesaro si alza il sipario sull’International Police Award Arts Festival, la manifestazione che celebra l’azione delle Forze dell’Ordine attraverso la rappresentazione che ne danno il cinema, la televisione, la letteratura, la musica, l’arte e lo sport. Promosso dalla 7ª Delegazione Toscana e dal Comitato locale di Pesaro dell’International Police Association (IPA) con il contributo del Comune di Pesaro, il festival propone – al Teatro Sperimentale e nella corte di Palazzo Mazzolari Mosca – dieci giorni di incontri, proiezioni e dibattiti, ospiti internazionali, il Concorso Cinematografico, il concorso canoro e l’Alberto Sordi Family Award.

A presentarlo Daniele Vimini, vicesindaco e assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro, Orazio Anania già Colonnello dei Carabinieri e presidente della Delegazione Toscana dell’IPA, in collegamento Igor Righetti giornalista radiotelevisivo Rai cugino di Alberto Sordi. 

Nell’ambito del festival, la 26° edizione del Premio Apoxiomeno, il riconoscimento internazionale assegnato a sportivi e protagonisti del mondo della cultura e dello spettacolo che, con la loro attività professionale, hanno dato lustro alle Forze dell’Ordine e contribuito a rafforzare il sentimento di fiducia che li lega ai cittadini. Nato nel 1996 da un’idea di Orazio Anania, già Colonnello dei Carabinieri e presidente della Delegazione Toscana dell’IPA, il premio è una miniatura in argento dell’omonima statua in bronzo di Lisippo realizzata dallo scultore Carlo Badii e prodotta dall’Oneart di Arezzo. Tante le star nazionali e internazionali premiate negli anni: tra queste, Colin Firth, Matt Dillon, Hellen Mirren, Ennio Morricone, Nikita Sergeevič Michalkow, Abel Ferrara, Andrey Koncialowsky, Andrea Camilleri, Vittorio Storaro, Billie August, Gina Lollobrigida.  

La serata finale del 18 settembre sarà presentata da Francesco Anania, Denny Mendez, Loredana Semeraro

All’interno del ricco programma del festival, sabato 17 settembre al Teatro Sperimentale un doppio appuntamento dedicato ad Alberto Sordi, uno dei più grandi attori del cinema italiano che tra i suoi ruoli ha vestito la divisa, legato a Pesaro da un legame profondo (ben pochi lo sanno): il premio Alberto Sordi Family Award, ideato e condotto dal giornalista radiotelevisivo Rai Igor Righetti, cugino dell’Alberto nazionale, assegnato ad artisti italiani e internazionali e personaggi dell’informazione, cultura e imprenditoria che si sono distinti per il loro talento e hanno contribuito a far ‘crescere’ la società, l’evento-spettacolo “Alberto Sordi segreto” per scoprire la vita fuori dal set di Sordi, tratto dall’omonimo libro di Igor Righetti (Rubbettino, 2020) giunto alla decima ristampa. 

Così Daniele Vimini, vicesindaco e assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro: «Siamo felici di accogliere questa iniziativa che ha avuto negli anni la caratteristica di essere itinerante e che magari si fermerà qui in modo stabile in perfetta sintonia con il percorso verso Pesaro Capitale Italiana della Cultura 2024. È stato un lavoro di relazioni, una proposta in sintonia con la nostra città perché attraverso il cinema – nostra eccellenza, a Pesaro siamo già innamorati di cinema e abbiamo la Mostra Internazionale – e le altre arti dà importanza alle forze dell’ordine a livello internazionale. E quindi ci sembrava un progetto da non perdere e da proporre a residenti e turisti in un mese come quello di settembre, già pieno di opportunità e ancora estate a tutti gli effetti. In più il festival è l’occasione per varcare anniversari e riconoscimenti importanti e per accogliere l’evento dedicato ad Alberto Sordi cui teniamo molto, l’attore legato a Pesaro da un legame speciale. Voglio segnalare un momento importante: quello del 13 settembre con la prima mondiale del documentario ‘Siamo qui siamo vivi’, un progetto mondiale che lega Pesaro e Mombaroccio e racconta la storia della famiglia Sarano. Un ringraziamento speciale a Riviera Banca che ci supporta».  

Per tutto il programma consultare www.internationalpoliceawardartsfestival.it L’International Police Award Arts Festival è realizzato con il sostegno di Riviera Banca, istituto di credito del territorio sempre attento alla cultura.