A Senigallia arriva “Leonardo The Immortal Light”

Per celebrare i 500 anni dalla morte del genio, un evento organizzato dall'International Committee Leonardo da Vinci. Alla Biblioteca Antonelliana presenti studiosi, ricercatori e artisti per discutere la figura del personaggio toscano e delle sue opere

SENIGALLIA- Arriva a Senigallia “Leonardo The Immortal Light”, un progetto commemorativo internazionale per celebrare i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Presso la Biblioteca Antonelliana, martedì 16 luglio, alle 16.30, prenderà il via uno speciale evento organizzato dall’’International Committee Leonardo da Vinci.

Si inizierà con la studiosa Sara Bacchiocchi, che presenterà il suo libro riguardante la Rocca Roveresca, una delle opere monumentali più importanti della città di Senigallia. Per l’occasione saranno presentate anche le ultime scoperte di Annalisa Di Maria sul “Libro Leonardo e la Scuola Neoplatonica”, presentato al Salone del Libro di Torino nello Spazio Marche: una testimonianza archivistica e di studi di laboratorio, per confermare il rapporto di Leonardo con il mondo platonico dell’anima, delle idee e dell’amore.

Nella serata sarà presente anche lo scultore Premio della Pace nell’arte dell’ONU Andrea da Montefeltro con all’attivo più di 200 opere presenti in importanti contesti museali e accademici, tra le quali la Croce dell’Apocalisse collocata nei Musei Vaticani. Per l’occasione si illustrerà l’opera commemorativa creata appositamente per i 500 anni del genio vinciano.

Non solo un ciclo di incontri, ma anche un premio: “Leonardo The Immortal Light” ha già premiato tredici personaggi illustri della ricerca medica, ingegneristica, musicale, astronomica, dalla Scuderia Ferrari al Premio Oscar Nicola Piovani. A Senigallia ci sarà qundi un momento in cui sarà annunciato il prossimo premiato.

Spazio anche al progetto filantropico dedicato a Leonardo, nato con l’intento di creare borse di studio per la ricerca e progetti di recupero artistico.

L’evento con il patrocinio del Comune di Senigallia, sarà organizzato in collaborazione con l’Associazione culturale Comunicarte, che si prefigge lo scopo di promuovere il ricco patrimonio storico, artistico ed archeologico della regione Marche.