Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Due video e cento foto storiche dal 1861 ad oggi: ecco la mostra “Ancona tra passato e futuro”

Un percorso che ricostruisce l'evoluzione della città dorica attraverso il racconto degli effetti della pianificazione urbanistica. Ecco tutte le info

Un momento della conferenza di presentazione della mostra fotografica su Ancona

ANCONA – È in corso in questi giorni, fino al 10 giugno, la mostra fotografica “Ancona tra passato e futuro- immagini di una città che cambia”. Ad organizzarla l‘amministrazione comunale, assessorato alla Cultura e il Lions Club Ancona Host. La sede: Spazio Presente, Museo della Città, via Buoncompagno. L’esposizione propone ai visitatori un percorso che ricostruisce l’evoluzione del capoluogo dal 1861 ad oggi attraverso il racconto degli effetti della pianificazione urbanistica sull’immagine complessiva della città. 

«Le complesse vicende e le innumerevoli trasformazioni che hanno dato luogo all’Ancona contemporanea – sottolineano la sindaca Mancinelli e l’assessore alla Cultura Paolo Marasca sono per lo più parzialmente note alla maggior parte degli anconetani. Guerre, terremoti, disastri di varia natura, che hanno mutato il volto della città nel tempo, ma tuttavia sono spesso presenti solo nell’immaginario della popolazione».

Da questa considerazione è scaturita l’idea della mostra, curata da storici dell’arte e urbanisti profondamente legati alla città e già impegnanti nelle istituzioni. Destinata ai cittadini e alle giovani generazioni, essa ricompone, come in un album illustrato, la complessa trama dei cambiamenti, delle perdite, delle sostituzioni, intervenute a mutare il volto della nostra città.

La mostra resterà aperta fino a venerdì 10 giugno, con orario 16-19 da martedì a domenica.

Gli archivi storici fotografici della città, formidabile strumento di documentazione, così come le cartoline illustrate, hanno fornito una ricchissima fonte di immagini, selezionate ed organizzate a fini espositivi.

Alcune curiosità

Sviluppata negli spazi della nuova “ala” del Museo della Città, denominata Spazio Presente, la mostra offre al visitatore una rassegna di oltre 100 foto storiche, suddivise in 5 sezioni, corrispondenti a 5 tessuti urbani omogenei (Archi-Piano San Lazzaro, Capodimonte-Guasco, Spina dei Corsi, Waterfront, Quartiere Adriatico). A rendere più dinamico il percorso espositivo, contribuiscono, inoltre, alcune opere d’arte a tema urbano, realizzate tra ‘800 e ‘900, non solo come punto di vista artistico di un luogo “dov’era e com’era” (il porto, piazza Roma, l’ascensore del Passetto), ma al tempo stesso elemento cromatico nella dominante tonalità bianco e nero della mostra.

A completare l‘esposizione, sono presenti due video: il primo che contiene gli strumenti urbanistici (Piani Regolatori) che hanno programmato lo sviluppo della città dal 1861 agli anni ’90 del ‘900. Nel secondo sono illustrate le prospettive e le progettualità di una città che guarda al futuro.