Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Cultura, presentati i corsi della Luas tra sedi e orari semplificati e alcune novità

Nuova annualità per i corsi della Libera Università per Adulti di Senigallia che prenderà avvio il prossimo 30 ottobre. Prevista una card per l'ingresso gratuito alle mostre organizzate dal Comune per chi si iscriverà ai corsi

Presentazione a Senigallia dei corsi della Luas 2017/18
Presentazione a Senigallia dei corsi della Luas 2017/18

SENIGALLIA – La Libera università per adulti di Senigallia (LUAS) sta per far partire un nuovo anno accademico che si inaugurerà con un recital lunedì 30 ottobre, organizzato all’insegna di alcune novità e tante semplificazioni. I corsi sono stati presentati dal sindaco Maurizio Mangialardi, dall’assessore alla cultura Simonetta Bucari, dal coordinatore e responsabile scientifico Luigi Vittorio Ferraris e dalla vicepresidente dell’Archeoclub di Senigallia Mariella Bonvini.

«La Luas – ha detto il sindaco Mangialardi – è diventata un’istituzione, una realtà sempre più radicata nel tessuto sociale e culturale della nostra città, in grado di coniugare la piacevolezza dello stare insieme con la qualità della proposta culturale e scientifica».
«Il percorso della Luas nasce – ha aggiunto l’assessore Bucari – dalla convinzione di fondo che la cultura e il sapere non siano esercizi solitari, ma stimoli per alimentare e suscitare interessi. Può contare su un pubblico ampio ed eterogeneo, oltre che su proposte scientifiche di grande qualità e rigore».

Lunedì 30 ottobre, alle ore 17 all’auditorium San Rocco di Senigallia, si terrà dunque l’inaugurazione dell’annualità Luas con la presentazione dei corsi e, dopo il tradizionale saluto del sindaco, con il recital “Mio caro Felix, io domando la parola”, con Lucia Fiori (soprano e voce recitante), Antonella Giammarco (pianoforte) e Mauro Pierfederici (voce recitante).

Questi i corsi e i temi dell’anno accademico 2017-2018. Archeologia (responsabile Paolo Negri): “Dialoghi di Archeologia”; Cinema (Roberto Ferretti): “Il cinema tra corsi e ricorsi”; Diritto ed economia (Alberto Niccoli): “Questioni relative al sistema finanziario, e non solo”; Il sapore della musica (Simonetta Fraboni): “500 anni, 450 anni, 200 anni, 150 anni, 100 anni anniversari musicali….e dintorni”; Letteratura (Alfio Albani): “Nicolò Machiavelli: un prototipo dell’Umanesimo”; L’uomo nelle scienze naturali e fisiche (Daniele Casagrande): “La scienza, la storia e l’attualità”; Storia (Carlo Pongetti): “L’Europa tra Riforma e Rivoluzione”; Storia dell’arte (Anna Pia Giansanti): “L’Arte è poesia muta”; Storia e tecniche della fotografia (Carlo Emanuele Bugatti): “Siamo tutti fotoreporter”.

Nel corso dell’anno, poi, sono previsti ulteriori momenti culturali che si affiancheranno al programma dei corsi. Primo tra questi, quello del 18 novembre con il professor Stefano Zamagni, che all’Auditorium San Rocco parlerà di “Longevità attiva e nuovo welfare”.

L'auditorium San Rocco di Senigallia
L’auditorium San Rocco di Senigallia

Dicevamo di alcune novità e semplificazioni. La novità più importante è quella che riguarda l’assegnazione a ogni iscritto di una card nominativa che consentirà l’accesso gratuito alle mostre organizzate dal Comune di Senigallia.
Per quanto riguarda il secondo aspetto, invece, il nucleo complessivo dei corsi torna all’auditorium San Rocco, con le sole eccezioni del corso di fotografia, che si terrà nell’abituale sede della Biblioteca comunale Antonelliana, e dei corsi di storia e archeologia, che si terranno nella nuova location di Palazzetto Baviera. Semplificato anche l’orario delle lezioni: si terranno sempre dalle ore 16 alle ore 18.

Le iniziative e i corsi della Libera Università per Adulti di Senigallia sono aperti a tutti e si potrà scegliere di frequentare tutti i corsi, senza sovrapposizioni. Per la frequenza ai corsi è richiesta l’iscrizione: la scheda può essere ritirata all’Ufficio Educazione e Formazione (via Fratelli Bandiera 11 (ex Tribunale) e dovrà essere restituita allo stesso Ufficio compilata e corredata della ricevuta di versamento di 40 euro.

Per maggiori informazioni rivolgersi all’Ufficio Educazione e Formazione: telefono 0716629347; aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12; il martedì anche dalle ore 15,15 alle 17,30.