Al via Corinaldo Jazz, tre serate di grande musica con artisti internazionali

Dal 1 al 3 agosto saranno di scena il quartetto di kurt Rosenwinkel, l’EGM Trio e l'Horacio “El Negro” Hernandez Italuba Quartet. A seguire Jam Session ai 9 Tarocchi per gli appassionati

Uno degli appuntamenti musicali di Corinaldo Jazz
Uno degli appuntamenti musicali di Corinaldo Jazz

CORINALDO – Tutto pronto per la rassegna musicale Corinaldo Jazz che prenderà avvio stasera, giovedì 1° agosto. Tre serate all’insegna della buona musica e di grandi artisti della scena internazionale, promosse e organizzate dal Comune di Corinaldo e dall’Associazione Culturale Round Jazz nella piazza il Terreno, con inizio alle 21.45 e, come tradizione vuole, seguite da jam session ai 9 Tarocchi, per musicisti ed appassionati di jazz.

La rassegna si apre giovedì 1 agosto con il quartetto di kurt Rosenwinkel, uno dei migliori chitarristi jazz della scena mondiale. Nei suoi 25 anni di carriera Rosenwinkel ha dimostrato sia formidabili qualità esecutive e strumentali ma anche una visione compositiva e musicale decisamente innovativa e talvolta visionaria, che lo ha confermato al centro dell’attenzione della critica e gli ha procurato un vasto seguito di fans in tutto il mondo. Questo concerto lo vede alla testa di un quartetto che annovera la presenza di tre tra i più interessanti giovani talenti della scena jazzistica newyorchese: Eric Revis al contrabbasso, Aaron Parks al pianoforte e Jeff “Tain” Watts. un vero mito della batteria.

Venerdì 2 agosto, sempre nella piazza il Terreno, il palco sarà tutto per l’EGM Trio costituito da Peter Erskine, Eddie Gomez e Dado Moroni. Si tratta di due icone del jazz mondiale, che hanno collaborato con i più grandi musicisti vincendo anche due Grammy Awards ciascuno, a cui si aggiunge il pianista italiano, stimatissimo oltreoceano e da molto tempo sulle scene internazionali.

Gran finale sabato 3 agosto con una delle band più brillanti ed amate della scena Latin Jazz mondiale. Horacio “El Negro” Hernandez Italuba Quartet, band di origine cubana, da oltre un decennio ha unito i propri destini incontrandosi proprio in Italia. Un quartetto che fa propri i tipici elementi del latin jazz, proponendo una miscela musicale di grande efficacia e carica comunicativa. A Horacio Hernandez si affiancano in questa edizione Ivan Bridon al piano, Daniel Martinez al basso elettrico e l’inseparabile Amik Guerra alla tromba.

Oltre alla musica, anche una mostra intitolata “Jazz Tales” da non perdere: si tratta delle fotografie di Viviana Falcioni esposte all’interno di Palazzo Brunori, in via del Corso 45 e dedicate alla musica afroamericana durante i concerti nei festival più importanti delle Marche. Bianchi e neri intensi, con luci e ombre che catturano i momenti “off” dei musicisti disegnandone vividi ritratti. Un racconto fotografico della musica nel suo intimo, di approcci e complicità che i grandi musicisti riescono a tramutare in vere e proprie creazioni artistiche. Accanto anche la raccolta Bojani Ceramica Contemporanea.
La mostra “Jazz Tales’” verrà inaugurata giovedì 1 agosto alle ore 18 e sarà visitabile fino al 18 agosto tutti i giorni dalle 17 alle 19; la domenica anche dalle 10 alle 12. L’ingresso è libero.
In caso di cattivo tempo i concerti si terranno presso il Teatro Goldoni.