Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Per tre giorni Corinaldo è la capitale della danza urbana

Dal 20 al 22 agosto 2021 la città gorettiana si trasforma nel centro artistico più rilevante grazie a una rassegna innovativa giunta alla settima edizione che fa dialogare le bellezze architettoniche con la musica d'autore e con coinvolgenti esibizioni

A Corinaldo la settima edizione del festival di danza urbana
A Corinaldo la settima edizione del festival di danza urbana

CORINALDO – Tre giorni di esibizioni e performance in un contesto unico, quello del centro storico corinaldese che nel 2007 è stato eletto borgo più bello d’Italia. Tre giorni – venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 agosto – in cui la città di Corinaldo tornerà ad animarsi attraverso le parole, la musica ma soprattutto attraverso i corpi dei danzatori grazie al festival di danza urbana.

L’evento, giunto alla sua settima edizione in un anno decisamente particolare, come spiegato da Patrizia Salvatori, direttore artistico del festival, rimetterà al centro proprio la vicinanza, la corporeità, il corpo, sia quello dei danzatori sia quello degli spettatori, con un programma di eventi innovativo e coinvolgente.

Venerdì 20 agosto la rassegna si aprirà con la conferenza spettacolo “Il corpo fiducia, vulnerabilità e connessione” nella piazzetta S. Spirito alle ore 20.45. Durante la conferenza Alessandro Moscatelli e Lorenzo Gianfelici dialogheranno sul corpo, fornendo degli spunti che provengono dal mondo della poesia, della filosofia e della storia dell’arte. Parte della riflessione verterà attorno al lavoro di Marina Abramović. I diversi momenti saranno intervallati dalla danza con il Gruppo Danza Oggi che dialogherà con le parole e con i concetti espressi dai relatori, ponendo sempre al centro il tema del corpo. La serata proseguirà al teatro Goldoni dove Mandala Dance Company metterà in scena lo spettacolo “Discovering”, una riflessione su cosa spinge l’Uomo ad andare oltre i suoi confini e superare i propri limiti, sullo sfondo del primo passo dell’uomo sulla luna.

Sabato 21 agosto, la seconda giornata del festival di danza urbana si aprirà alle 18.30 alla Piaggia con una Jam Session con incursioni di danza. Si esibiranno il trombettista e compositore di Corinaldo Michele Samory con il “suo” quartetto che dialogherà con il musicista e docente Samuele Garofoli, direttore artistico del festival Arcevia Jazz Feast. A fianco le incursioni danzate del Gruppo Danza Oggi.
Alle 21.30, nella piazza Il Terreno si terrà il concerto “Il corpo in musica” nel quale i ballerini del Gruppo Danza Oggi dialogheranno con gli strumenti musicali dando corpo alla musica e realizzando un intreccio originale e unico.

Domenica 22 agosto il fdu inizierà alle ore 10 alla pinacoteca C.Ridolfi con “Archeodanza”, un appuntamento di una visita guidata animata con la mostra archeologica “Il tesoro ritrovato. La tomba del principe di Corinaldo”; spazio poi alle ore 18.30 agli happening performativi in danza a cura di Deborah Formica, Arianna Frattesi e Graziano Brusciati in piazza S.Spirito e largo XVII Settembre; alle ore 21.30 chiuderà la rassegna il galà di corpi ed emozioni “Il corpo in danza” di Naturalis Labor, E.sperimenti Dance Company, Federica Angelozzi, Sabatino D’Eustacchio e Andrea Sparvieri.

«È una manifestazione che vuole dialogare ancora di più e con ancora più forza con il territorio – spiega l’assessora alla cultura Giorgia Fabri – grazie alle incursioni di alcuni esponenti e artisti locali. E per questo dico grazie a Patrizia Salvatori e al Gruppo Danza Oggi. A rendere ancora più affascinante l’evento ci sono però i luoghi di Corinaldo che contribuiranno a rendere unica l’atmosfera».

Per la manifestazione, che si svolgerà nel rispetto delle norme anti covid, sarà necessario esibire il green pass e prenotarsi all’ufficio Iat: iat1@corinaldo.it – 0717978636. Durante la manifestazione si potrà anche gustare un pranzo o una cena in box godendo dello scenario di Corinaldo, la città palcoscenico grazie all’iniziativa della “food bag” in alcuni locali aderenti. Info: ufficio IAT.

Exit mobile version