Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Civitanova torna a teatro con tre spettacoli: sul palco Corrado Tedeschi, Paolo Cevoli e Debora Caprioglio

Al teatro Rossini appuntamento con "Montagne russe" il 4 giugno, "Paolo Cevoli Show" il 10 giugno, "Buoni da morire" il 15 giugno

Corrado Tedeschi e Martina Colombari
Corrado Tedeschi e Martina Colombari

CIVITANOVA MARCHE – Civitanova torna a teatro. Un trittico di appuntamenti attende a giugno il pubblico civitanovese, e non solo, al Teatro Rossini grazie all’impegno congiunto di Comune di Civitanova Marche, Azienda Speciale Teatri di Civitanova e AMAT con il contributo di Regione Marche e MiC.

Il sipario si apre il 4 giugno su Montagne russe, commedia tratta da un testo di Eric Assous (vincitore di due prix Molière), portata in scena da Corrado Tedeschi nel ruolo che nel 2004 fu di Alain Delon accanto ad Astrid Veillon, tenendo a battesimo il debutto sul palcoscenico di Martina Colombari, che forma con lui una coppia inaspettata. Marco Rampoldi, che ha già diretto Tedeschi, dirige la commedia. «Le montagne russe non sono solo l’attrazione da luna park – afferma il regista Marco Rampoldi – che in modo inaspettato entra in gioco nella trama dello spettacolo. Sono soprattutto simbolo del continuo meccanismo di salita e discesa vorticosa in cui i due protagonisti si trascinano a vicenda. Non è possibile raggiungere un punto di equilibrio. Ogni volta che una realtà sembra essere accertata, viene rimessa in discussione. E questo crea una dinamica fortissima, che accosta momenti di intenso divertimento ad altri di tensione. Il testo appare sempre in bilico fra la commedia e il thriller psicologico. Abbiamo cercato di rispettare entrambi gli aspetti, senza sovraccaricare lo spettacolo di segni volti a privilegiare l’uno o l’altro aspetto».

Paolo Cevoli

Ancora comicità con Paolo Cevoli Show in programma il 10 giugno. In scena il migliore repertorio dell’attore che trae spunto dalle sue esperienze televisive, cinematografiche, teatrali e dai suoi libri. Un vero e proprio one man show in cui, senza soluzione di continuità, i ricordi del Cevoli bambino a Riccione, della sua famiglia di albergatori e della sua adolescenza si alternano alla più stretta attualità di ciò che tutta l’Italia ha vissuto durante i mesi primaverili dell’emergenza sanitaria. 75 minuti di battute in cui si pone l’accento su vizi e virtù del romagnolo medio, sulla buona tavola e sulla netta superiorità delle donne, delle “azdore”, rispetto all’uomo, superiorità che va avanti fin dai tempi di Adamo ed Eva. «Non lo so perché una battuta fa ridere e un’altra no – ha raccontato lo stesso Cevoli nel presentare il suo nuovo show –. Non lo so perché la barzelletta raccontata da uno fa ridere e da un altro no. Per me rimane un mistero. Se ci fossero delle regole sarebbero capaci tutti. Ci sono molti modi di ridere. Si può ridere con la testa, con la pancia, col cuore. Per me la comicità nasce dalla realtà».

Debora Caprioglio e Pino Quartullo chiudono il trittico di proposte il 15 giugno con l’anteprima nazionale di Buoni da morire di Gianni Clementi con Gianluca Ramazzotti diretti da Emilio Solfrizzi. Una coppia decisamente borghese, lui cardiochirurgo, lei moglie in ansia per un figlio allo sbando, decidono di passare una vigilia di Natale diversa, unendosi a dei volontari che portano dei generi di conforto ai vari barboni sparsi sui marciapiedi o sotto i colonnati della città. Una notte piena di gratificazione, di linfa vitale per un rapporto evidentemente stanco, annoiato. E la coppia sembra riscoprire un modo nuovo di condividere le cose semplici, ma fondamentali della vita: fratellanza, compassione, solidarietà. Parole quasi dimenticate, bypassate da vite frenetiche, da stress, da corse sfrenate verso effimeri successi. A volte basta il sorriso di uno straccione per tornare a indagare su ciò che forse avremmo voluto essere, su ciò che forse avremmo dovuto e magari voluto donare al prossimo. Una riflessione sull’auspicabile predisposizione alla bontà d’animo, alla gentilezza, alla tolleranza, che quasi sempre cozza con l’istinto animale alla lotta senza quartiere, alla sopraffazione dell’altro.

Lo svolgimento degli spettacoli è subordinato alla permanenza delle Marche in zona gialla o bianca. Vendita biglietti già attiva online su www.vivaticket.com. Vendita biglietti presso la biglietteria del Teatro Rossini (0733 812936 – orario 18.30-20.30) Montagne russe lunedì 31 maggio, martedì 1 giugno e mercoledì 3 giugno; Paolo Cevoli Show e Buoni da morire tre giorni precedenti lo spettacolo.

Inizio spettacoli: Montagne russe ore 20, Paolo Cevoli Show e Buoni da morire ore 21.