Cultura

Castelfidardo, iscrizioni al via per il “Premio internazionale della fisarmonica”. Si parte a settembre

Il direttore artistico Spaccarotella, alla guida del festival & concorso di fisarmonica più importante a livello mondiale, apre ufficialmente l’edizione numero 48

Immagine di repertorio (Foto: Ufficio stampa Pif)

CASTELFIDARDO – Si sono aperte le iscrizioni per partecipare al Premio Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo, il festival & concorso per fisarmonicisti più importante a livello mondiale, in programma dal 13 al 17 settembre nella città marchigiana patria del popolare strumento. 

A dare il via ufficiale all’edizione 2023, la numero 48, il direttore artistico, Antonio Spaccarotella, per il terzo anno consecutivo alla guida della prestigiosa manifestazione, promossa da Comune e Pro Loco di Castelfidardo, con il patrocinio di Regione e Camera di Commercio di Ancona e il sostegno di Amma (Associazione marchigiana degli imprenditori e artigiani della fisarmonica) e di numerosi altri partner.  

«La macchina organizzativa – spiega il direttore artistico Spaccarotella – si è già messa in moto. I più prestigiosi conservatori e le università più autorevoli in materia sono stati coinvolti ai massimi livelli per la formazione delle differenti giurie in concorso. Anche il brano d’obbligo, opera originale commissionata ogni anno, sulla quale si misurano i tre finalisti della categoria Premio, la più importante del Pif, ci è già stata consegnata. L’autore scelto per questa edizione è Martin Lohse, docente di composizione alla Royal Danish Academy of Music di Copenaghen, tra i più accreditati compositori contemporanei di musica per fisarmonica. Il maestro Lohse ci ha regalato una partitura di straordinaria bellezza ed inconfondibile tecnica, scritta per fisarmonica solista ed orchestra sinfonica, che andrà ad implementare la letteratura originale di uno strumento relativamente giovane, cercando di espandere così un repertorio ancora contenuto. In questo contesto il Pif, festival dalle caratteristiche uniche al mondo, ricopre il ruolo centrale di veicolo per promuovere la fisarmonica a livello internazionale e consolidarne l’identità di strumento duttile e poliedrico».

Forte del grande successo di pubblico e critica e del record di iscritti provenienti da tutto il mondo, registrati nei due anni precedenti, il maestro Spaccarotella, titolare della cattedra di fisarmonica al Conservatorio di Musica di Catanzaro P.I. Tchaikovsky e direttore di produzione dell’Orchestra Filarmonica della Calabria, lancia una nuova edizione che promette di sorprendere.

Progetti inediti, prime assolute, spettacoli ricchi di contaminazioni artistiche affidati a grandi interpreti e astri nascenti della scena musicale internazionale, momenti di incontro tra musica e teatro d’autore. Con la fisarmonica protagonista indiscussa. Sono solo alcuni degli ingredienti grazie ai quali il Pif si prepara ancora una volta a stupire, trasformando Castelfidardo per cinque giorni in un villaggio globale della musica.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito del PIF 2023: https://www.pifcastelfidardo.it/

Ti potrebbero interessare

Castelfidardo, Serena Dandini apre la rassegna “Non a voce sola”

L’assessore Cittadini: «Siamo lieti di entrare a far parte del prestigioso circuito di questa rassegna e di elevare l’offerta culturale del nostro pacchetto di eventi estivi con il carisma di un’artista capace di sviscerare con leggerezza ed ironia temi complessi ed importanti»

Castelfidardo, torna la “Fisarmonica run”

Una tradizione podistica resa possibile dall’impegno dell’Atletica Amatori Avis. Alla classica competizione di corsa su strada regionale valida per il Grand Prix Master Fidal Marche, si abbinano le due camminate ludico-motorie aperte a tutti