Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Burattini e marionette per liberare la fantasia: torna “Ambarabà 2021”

Torna la rassegna itinerante dedicata ai bambini e alle famiglie, giunta quest'anno alla 23esima edizione. Oltre 40 eventi di cui 32 sono spettacoli, ecco il calendario

Quindici comuni in rete per promuovere spettacoli, laboratori, percorsi diversi, momenti di gioco e intrattenimento. Oltre 40 eventi di cui 32 sono spettacoli. E la parola d’ordine è “liberare la fantasia”. Torna finalmente Ambarabà la rassegna dedicata ai bambini e alle famiglie, giunta alla 23esima edizione con spettacoli, eventi, marionette e burattini, tutti sotto le stelle e accolti in cortili, piazze e tesori d’arte, con un cartellone più ricco che mai.

Il Festival “Ambarabà” si terrà dal 24 giugno al 12 agosto ad Arcevia, Chiaravalle, Corinaldo, Jesi, Maiolati Spontini, Mondavio, Montecarotto, Montemarciano, Monte Roberto, Ostra, Santa Maria Nuova, Senigallia, Serra San Quirico, Staffolo e Trecastelli. Lo firma nella direzione artistica e organizzativa l’Atgtp Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata, con il sostegno dei Comuni, e di Ministero della Cultura, Regione Marche-Servizio beni e attività culturali, Cms Consorzio Marche Spettacolo, Amat Associazione Marchigiana Attività Teatrali, Assitej Italia, Teatro alla Panna, Unima, Alte Marche Creative. Oggi la presentazione del cartellone, cui hanno preso parte sindaci e assessori dei Comuni partner.

«Stiamo cercando di uscire da 16 mesi terribili, chi ha sofferto di più sono stati i bambini e i giovani – dice Fabrizio Giuliani (presidente Atgtp) – siamo un Paese che vive di segni e di segnali: il segno che vogliamo lasciare è l’attenzione verso chi ha sofferto di più in questi mesi. La rassegna si è allargata territorialmente, quantitativamente con più eventi, ma qualitativamente è rimasta la stessa. Tante novità, nate dalla voglia di dare un cartellone sempre più ricco con una forte interazione con i bambini. Fare spettacoli oggi è sempre più complicato, tante sfide sempre nuove: prima quelle della sicurezza ora quella della sicurezza sanitaria, ma con la collaborazione di tutti ce la faremo». Giuliani suggerisce la costruzione di una vera rete formale tra i Comuni per la promozione degli spettacoli per bambini nella regione Marche. “Libera la fantasia, la creatività” è lo slogan che accompagna questa 23esima edizione: niente meglio del teatro assolve al compito di liberare la fantasia.  

Dal 24 giugno al 12 agosto 2021, si rinnova per il 23° anno consecutivo l’appuntamento estivo con il Festival di Teatro Ragazzi e di Figura “Ambarabà”, rassegna a cura di Atgtp Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata che porterà oltre 40 spettacoli eventi e laboratori, dedicati ai bambini e alle famiglie, in 15 comuni delle Marche.
«Ci sono anche dei Comuni che non abbiamo potuto accogliere – aggiunge Marina Ortolani (direttore artistico Ambarabà) – perché il nostro calendario è molto molto pieno, lo abbiamo fatto a malincuore, ma cercheremo di coinvolgerli nella parte invernale, sperando che la pandemia ci dia una tregua. Straordinaria la partecipazione dei Comuni. Abbiamo spinto la macchina in accelerazione per ripartire, perché siamo stati lavoratori in sofferenza. La voglia di ripartire è tanta, anche per dare sostegno a tutte le nostre maestranze e comparti. I nostri bambini ci sono mancati davvero tanto. Abbiamo già fatto un Ambarabà Covid in streaming, ora proponiamo di occupare le piazze con le famiglie, in un viaggio fisico e creativo attraverso i nostri borghi più belli, facendoli vivere, conoscere e dando valore alle nostre comunità». Ci saranno laboratori pomeridiani per i bambini, a Serra San Quirico ci sarà “C’era una volta il Paese dei Balocchi” per rivivere suggestioni ed emozioni della kermesse ma necessariamente rivista in chiave anti-Covid, poi laboratori a Jesi nel cortile del Palazzo della Signoria collegate alle mostre d’arte allestite questa estate, perché il teatro si intreccia all’arte, alla cultura e ad altri percorsi e linguaggi. A Corinaldo si parte con “Voglio la Luna”.
Ricchissimo il programma, tra Teatro di narrazione, burattini, teatro circo. Corinaldo apre e chiude la rassegna. Sei le serate a Senigallia ospitate nel cortile della scuola Pascoli, tra giugno-luglio e agosto, in collaborazione con Teatro alla Panna di Senigallia. Jesi propone la “Escape Room” collegata alla mostra Raffaello e Colocci; I Doni di Lucia (14 e 15 luglio; 4-5 agosto) e Il Gioco del Mondo (5-12-19 luglio i laboratori per bambini): tutto su prenotazione.

I Comuni partner

«Bella la possibilità di offrire ai più piccoli un ritorno alla normalità – dice l’assessore alla cultura del Comune di Senigallia Riccardo Pizzi – con piacere Senigallia ospita queste serate nel cortile della scuola Pascoli».
Ha portato i saluti del presidente Amat Gino Troli e del direttore Gilberto Santini, Carlotta Tringali (Amat) «un momento per liberare la fantasia, la bellezza degli occhi stupiti dei bambini, delle emozioni che sono state trattenute in questi difficili mesi». Entusiasta di questa prima partecipazione il sindaco di Santa Maria Nuova Alfredo Cesarini: «Lo scorso anno avevamo una situazione molto difficile con la pandemia, ma quest’anno aderiamo con vero piacere. I ragazzi e i bambini sono stati i più penalizzati, allontanati nei rapporti tra loro e Ambarabà e il teatro ci saranno di grande aiuto per avviare un bel discorso con i giovanissimi. Parallelamente a luglio organizzeremo delle letture al parco per i piccoli dai 3 anni, crediamo molto negli eventi rivolti ai nostri cittadini più piccoli». Santa Maria Nuova ospiterà Ascanio Celestini e inaugurerà il teatro comunale Dario Maiani, recentemente ristrutturato.

Il vice sindaco e assessore alla Cultura del Comune di Jesi Luca Butini sottolinea «se siamo qui tutti insieme è perché crediamo nella necessità di sollecitare i ragazzi e bambini a tornare alla normalità. Ci vorranno anni per capire quali cicatrici si porteranno dietro, nei rapporti tra loro, nei social media… crediamo nei percorsi di rete, pensiamo che questo tipo di linguaggio continui a proporre contenuti del nostro territorio. Lo spettacolo dal vivo detterà le regole per tornare alla normalità con messaggi da portare avanti nel tempo». L’assessore del Comune di Ostra Alessia Bala aggiunge «non vediamo l’ora di ospitarvi, lo scorso anno è stata una scommessa vinta. Vivendo a contatto con i bambini, ho notato che loro hanno una capacità innata di vivere ogni spiraglio di novità e di freschezza, come dovremmo fare anche noi adulti». «Il teatro è un rifugio – dice l’assessore alla cultura di Corinaldo Giorgia Fabri – abbiamo parlato di ripartenza e di continuità. Facciamo squadra per i bambini e le famiglie. Partiamo e chiudiamo da Corinaldo, non a caso. La nostra rassegna è un punto di riferimento per la comunità». New entry il Comune di Mondavio con l’assessore Alice Bonifazi: «Abbiamo aderito con due appuntamenti nel nostro chiostro francescano, un luogo raccolto ma molto suggestivo, sarà un’occasione per conoscerlo».

L’assessore alla cultura del Comune di Chiaravalle Francesco Favi è sempre presente: «Tra i tanti appuntamenti che proporremo ai nostri concittadini volevamo che almeno 2 momenti fossero dedicati ai bambini, ospitati nell’arena nella parte retrostante l’abbazia, un luogo che ha una sua storicità e che presenta le idonee caratteristiche di ampiezza per evitare assembramenti. I bambini manifestano una felicità intatta davanti a uno spettacolo di burattini, per loro vale sempre la pena mettersi in gioco». Chiaravalle dedica all’infanzia anche la rassegna cinematografica “Di sogni e d’incanti” (1-22 luglio) in collaborazione con la Fondazione Montessori Odv.
«Finalmente esce una bella notizia, il teatro è un’esperienza coinvolgente per bambini e famiglie, che ha un valore grandissimo sia per l’aspetto psicofisico che sensoriale – spiega Tiziana Tobaldi assessore alla cultura di Maiolati Spontini – un valore enorme dopo questo anno e mezzo di pandemia, che ha avuto effetti negativi sulla vita dei bambini. Il teatro è un rifornimento affettivo per la loro crescita». «Ci siamo trovati in un momento in cui i cambiamenti normativi hanno complicato molto l’organizzazione di eventi culturali – saluta anche l’assessore alla cultura di Montemarciano Lorenzo Seta – oggi Atgtp rappresenta un punto di riferimento saldo cui rivolgersi. Cerchiamo di coinvolgere i nostri giovani affinché possano crescere in un contesto culturale saldo e valido».
L’assessore del Comune di Monte Roberto Sara Campanelli: «Auspichiamo di offrire una bella occasione di divertimento ai nostri piccoli», mentre la consigliera Giulia Giulianelli del Comune di Staffolo sottolinea come «fare rete attraverso la cultura è importante e significativo».

Il calendario

L’inaugurazione è giovedì 24 giugno ore 21,30 in Piazza Il Terreno di Corinaldo con un grande evento che vede i bambini parte attiva di uno spettacolo super premiato: “Voglio la Luna” della compagnia Atgtp. L’attore Fabio Spadoni sarà aiutato dal pubblico nelle sue avventure con una magica Luna. Ancora a Corinaldo, stesso luogo, appuntamenti giovedì 29 luglio con lo spettacolo “Il frigo magico” di Progetto Zattera e il 12 agosto con “L’albero di Pepe” di Atgtp. A seguire, il 29 giugno al Parco Pubblico di Monte Roberto, va in scena “Le avventure di Pulcino” di Atgtp con Lucia Palozzi. In questo comune, stesso luogo, il festival tornerà poi il 30 luglio con la Compagnia Il Laborincolo in “Il miracolo della mula”, spettacolo di burattini in baracca. Dal 30 giugno torna a Senigallia, nell’ambito del festival “Ambarabà” la storica rassegna di “Baracche e burattini” in collaborazione con il Teatro alla Panna, con numerosi spettacoli nel Cortile della Scuola Pascoli, partendo da “Hansel & Gretel” di Atgtp-Teatro alla Panna, e proseguendo poi il 7 luglio “Mago per svago” de L’Abile Teatro, il 14 luglio “Valentina vuole” del Progetto G.G., il 28 luglio “Buono come il lupo” di Giallomare Minimal Teatro, il 4 agosto “Chiamatemi Pig Gi!” di Atgtp, l’11 agosto “Zac_colpito al cuore” di Atgtp-PaneDentiTeatro-Laborincolo Teatro. Ad Ostra, in Piazza dei Martiri, “Ambarabà” arriva il 2 luglio con “Il respiro del vento” di Cada Die Teatro, il 21 luglio con “Cenerentola in bianco e nero” di Proscenio Teatro, e il 9 agosto con Florian Metateatro in “La bella addormentata”. Il festival Ambarabà porta a Jesi tre spettacoli in Piazza delle Monnighette: il 5 luglio “Zac_Colpito al cuore” di Atgtp-PaneDentiTeatro-LaborincoloTeatro, il 12 luglio con “Federico Condottiero e la città ideale” di Atgtp e il 1 agosto “Mic circ Fratilor” di Samovar-Teatro Telaio, il programma è corredato da laboratori teatrali pomeridiani gratuiti per bambini nei giorni 5, 12 e 19 luglio sul tema della mostra “Raffaello e Angelo Colocci”. A Jesi saranno poi preziosi eventi speciali, giochi, laboratori e performance tra arte e teatro, grazie alla collaborazione del Comune di Jesi, Musei Civici (MJ), Jesi Cultura e Fondazione Cariverona – Jesi Comune. Si tratta de “I doni di Lucia”, in scena il 14 e 15 luglio, e il 4 e 5 agosto presso la Pinacoteca Civica di Palazzo Pianetti, un progetto di e con Lucia Palozzi che narra la storia del personaggio di Santa Lucia ispirandosi all’omonima pala del Lotto conservata presso la Pinacoteca Civica di Jesi. Inoltre, il 26 e 27 luglio, e il 28 e 29 agosto, avrà luogo presso il Museo Colocci l’Escape room “Angelo Colocci: la misura del cosmo”, un progetto Atgtp nell’ambito delle iniziative intorno alla mostra “Raffaello e Angelo Colocci”, per immergersi in modo innovativo nella caleidoscopica vita di Angelo Colocci e nella sua Casa Museo. Chiaravalle (Parcheggio ExCampo Parrocchiale) porta in scena gli spettacoli “Fiore azzurro” di Burambò il 6 luglio, e “Hansel & Gretel” di Atgtp-Teatro alla Panna il 27 luglio. Il Comune di Trecastelli propone a Brugnetto (Pista Polivalente) l’8 luglio “Cappuccetto Rosso” di Atgtp-Teatro alla Panna, a Castel Colonna (Piazza Leopardi) il 15 luglio lo spettacolo “Il mondo di Oscar” di Atgtp, a Monterado (Piazzetta Teatrino) il 22 luglio i burattini in baracca della compagnia LaGru Ragazzi in “Supereroi da commedia”. Mondavio, con il Chiostro Francescano, ospita due spettacoli: il 13 luglio la compagnia Laborincolo Teatro con lo spettacolo “Torsolo”, e il 3 agosto “Le avventure di Pulcino” di Atgtp. A Santa Maria Nuova l’appuntamento è ai Giardini de Amicis il 16 luglio con “Cappuccetto Rosso” di Atgtp-Teatro Alla Panna. Montecarotto (Via Circonvallazione) propone il 20 luglio le “Canzoncine un po’ bambine” di Compagnia UnoTeatro-Stilema, e il 10 agosto “Il rapimento del principe Carlo” del Teatro Del Drago con i burattini tradizionali della Famiglia Monticelli. Un evento speciale sarà a Serra San Quirico il “C’era una volta il Paese dei Balocchi…” una due giorni per gruppi di bambini su prenotazione (il 24 e 25 luglio) tra artisti, laboratori, giochi e animazione nella magica cornice del comune montano, inseguendo la storia di Pinocchio. Ambarabà sarà anche a Montemarciano il 26 luglio nel centro storico con Giorgio Gabrielli in “Legno, diavoli e vecchiette… storie di marionette”, e il 3 agosto a Marina di Montemarciano in Piazza del Vecchio Acquedotto con Accademia Perduta Romagna Teatri in “Il lungo viaggio del coniglio Edoardo”. Il 2 agosto il festival arriva a Staffolo, in Piazza Leopardi, con “Il lungo viaggio del Coniglio Edoardo” dell’Accademia Perduta Romagna Teatri. Il 5 agosto appuntamento a Moie di Maiolati Spontini, nel Cortile della Biblioteca La Fornace, con “Mago per svago”, spettacolo di circo e magia muto, tutt’altro che silenzioso, con la compagnia L’abile Teatro. Arcevia, con il Chiostro di San Francesco, il 6 agosto porta in scena lo spettacolo “La natura fantastica” di Granteatrino-La Casa di Pulcinella.
Gli spettacoli si svolgeranno nel rispetto delle normative vigenti in termini di distanziamento e misure di sicurezza.