Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Ascanio Celestini e il teatro di mezzanotte. A Pesaro il primo spettacolo teatrale dopo il lockdown

L'artista si esibirà allo Sperimentale alle 00,01, un evento che segna la rinascita dello spettacolo dal vivo. La capienza si riduce da 500 a 100 posti

Ascanio Celestini

PESARO – Il teatro è evasione, spettacolo, poesia. Ma mai come in questa fase teatro vuol dire rinascita. Si terrà a Pesaro il primo spettacolo teatrale in Italia dopo il lockdown.

Sarà Ascanio Celestini e il suo cavallo di battaglia Radio clandestina a segnare in maniera simbolica e commovente il tanto desiderato ritorno allo spazio del teatro – su invito del Comune di Pesaro e di Amat – allo scoccare delle 00.01 del 15 giugno, primo evento ad essere annunciato in Italia nella fase di ripresa della vita per tutto il settore dello spettacolo dal vivo.

Ciò avverrà naturalmente nelle condizioni di piena sicurezza, con tutte le precauzioni e i dispositivi previsti dal Governo per la ripresa di attività in presenza di pubblico, a partire dal distanziamento interpersonale, l’utilizzo obbligatorio di mascherine e in presenza di un numero limitato di spettatori (su 500 posti di capienza del Teatro Sperimentale circa 100 saranno quelli disponibili).

Ascanio Celestini, una delle voci più amate del teatro di narrazione in Italia, torna a Pesaro con un vero e proprio cult, Radio clandestina che festeggia i 20 anni dal debutto, una riflessione sulla storia e sulla memoria a partire dai tragici episodi dell’occupazione nazista.

Lo spettacolo inaugura una rassegna che prevede altri spettacoli, di cui si darà notizia nei prossimi giorni.

Il sindaco Matteo Ricci è euforico: «L’evento è in programma un minuto dopo la mezzanotte del 15 giugno 2020, data indicata dal governo per la ripresa degli spettacoli teatrali. Ringraziamo Ascanio Celestini per questo regalo alla città», commenta il sindaco.

Per ogni informazione www.teatridipesaro.it, www.amatmarche.net.