Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Torna “Aperditad’occhio”: spettacoli, laboratori e cinema

Sabato 13 con "Ehi, ci sono anch’io!" prende il via la nuova stagione di Teatro Ragazzi curata da Marche Teatro/Teatro del Canguro. Quindici i titoli per un totale di 82 recite tra Compagnie ospiti e spettacoli prodotti

La bottega dei giocattoli (ph Marco Caselli Nirmal)

ANCONA – Spettacoli per bambini, laboratori e cinema al teatrino del Piano, al teatro Sperimentale e al Cinemuse. Sta per iniziare la 38esima stagione di Teatro Ragazzi 2018/2019 “Aperditad’occhio”, curata da Marche Teatro/Teatro del Canguro. Quindici i titoli per un totale di 82 recite tra Compagnie ospiti e spettacoli prodotti, suddivise tra spettacoli nei fine settimana aperti alle famiglie e mattinate riservate alle scuole.

Da sin. Paolo Marasca, Velia Papa e Lino Terra

«La stagione di teatro per ragazzi – spiega Lino Terra, direttore artistico del teatro del Canguro – si divide in due grandi settori. Ci saranno in mattinata attività rivolte alle scuole e spettacoli pomeridiani dedicati alle famiglie. Il cartellone si aprirà sabato 13 ottobre alle ore 18 con il primo dei due nuovi spettacoli prodotti da Marche Teatro/Teatro del Canguro dal titolo Ehi, ci sono anch’io!, terza tappa del progetto A piccoli passi che racconta ai bambini l’avventura del “diventare grandi”. Noi produciamo tanti spettacoli durante l’anno e il tema ricorrente è la crescita».

Questo spettacolo sarà rappresentato il sabato (ore 18) e le domeniche (ore 17) al teatrino del Piano, spazio che ospiterà da ottobre fino a metà maggio, in quasi tutti i fine settimana, le 7 produzioni tra novità e riprese del settore ragazzi di Marche Teatro, come sempre curate dal Teatro del Canguro. Si proseguirà con La storia di Mimmo e Piccolo, Le storie del bosco, C’erano una volta, Gli strani pensieri di Ugo, seconda novità con debutto a gennaio, ed infine Nuvola e Sassolini, quest’ultimo sempre del progetto A piccoli passi.

Le storie del bosco

Oltre alla programmazione al teatrino del Piano ci saranno anche quattro domeniche pomeriggio (ore 17) al teatro Sperimentale con gli spettacoli delle Compagnie ospiti, la prima delle quali, Teatro Crest di Taranto proporrà il 9 dicembre La bottega dei giocattoli. Seguiranno Becco di rame del Teatro del Buratto di Milano, Il cielo degli orsi del Teatro Giocovita di Piacenza e Il gatto con gli stivali di Accademia Perduta Romagna Teatro di Forlì. Questi titoli, insieme a quelli di altre quattro Compagnie, saranno rappresentati anche nel cartellone riservato alle scuole in mattinata, accanto alle produzioni di Marche Teatro/Teatro del Canguro.

Gli spettacoli proposti alle famiglie in pomeridiana sono tutti legati fra loro dalla struttura narrativa che riprende i temi e le atmosfere della fiaba, anche quando non ne riproducono in maniera filologica le trame. Gli spettacoli dedicati alle scuole si avvalgono anche di temi e di rimandi che possono essere legati all’attualità, come ad esempio Piccoli eroi del Teatro del Piccione di Genova o ispirati a tradizioni e aspetti storici come Figaro, largo al factotum del Teatro Linguaggi di Fano, titoli comunque sempre calibrati sulla differente età degli studenti interessati.

Piccolo sull’isola

«Il Teatro del Canguro che, fa parte di Marche Teatro, gestisce il teatrino del Piano – dichiara Velia Papa, direttrice di Marche Teatro – e organizza diverse attività nelle scuole con professionalità e massima attenzione. Fra le novità di questa Stagione il teatro del Canguro proporrà anche una mini rassegna cinematografica (Cinedomenica X Ragazzi) al Cinemuse (Ridotto del Teatro delle Muse), con tre film scelti, che presenteranno aspetti originali rispetto al linguaggio usato e le storie narrate. I film saranno tutti proiettati la domenica in pomeridiana a partire da dicembre.

Al Teatrino del Piano, infine, accanto alla programmazione degli spettacoli per i più piccoli, prenderà il via il 18 ottobre il laboratorio teatrale per ragazzi C’è qualcosa di grande con l’intento di fornire un primo avvicinamento al teatro attraverso l’utilizzo giocoso, ma sempre disciplinato delle tecniche e dei ritmi teatrali.

«Stiamo lavorando per i giovani e i più piccoli – dichiara Paolo Marasca, assessore alla Cultura – con una serie di iniziative, tra cui la stagione del teatro per ragazzi. Una stagione che vanta una lunga storia e che crea una consapevolezza dell’arte scenica, del palcoscenico e della produzione. Le famiglie e i docenti sono consapevoli dell’importanza di questa iniziativa e stiamo lavorando a una stagione musicale nel 2019 dedicata soprattutto ai più piccoli».

Programma della rassegna Aperditad’occhio: PROGRAMMA RASSEGNA