L’ambiente al centro di “Fosforo”. Dal 10 al 12 maggio a Senigallia torna la festa della scienza

La nona edizione della kermesse è all’insegna della sostenibilità e rigorosamente "plastic free". Saranno tre giorni di laboratori, approfondimenti, nuove tecnologie e science show. Tra le novità, la “so(pol)lution race”: corsa e passeggiata ecologica per sensibilizzare alla raccolta differenziata

Nella foto da sinistra, Mattia Crivellini, direttore di Fosforo; Antonio Mastrovincenzo, presidente Consiglio Regionbale; Claudio Pettinari, Rettore Unicam e Sauro Longhi, Rettorer Univpm

ANCONA – Dal 10 al 12 maggio Senigallia si trasforma in un laboratorio a cielo aperto. È pronta a partire la nona edizione di Fosforo, la festa della scienza dedicata a tutti, bambini e adulti, che ogni anno richiama in città migliaia di persone.

L’evento, organizzato dall’Associazione Culturale Next, con il sostegno della Fondazione Città di Senigallia, Comune di Senigallia, Assemblea Regionale delle Marche, si conferma Festival Europeo della Scienza inserito nel programma di Eusea European Science Engagement Association. Tra piazza del Duca, i giardini della Rocca Roveresca, la mediateca e tanti altri luoghi storici, tre giorni di laboratori, approfondimenti, nuove tecnologie e science show. L’ambiente è al centro della nona edizione che sarà quindi all’insegna della sostenibilità e rigorosamente plastic free.

«Abbiamo scelto come logo un “plastic fish”, ovvero mezzo mesce e mezza bottiglia. Non ci saranno le bottigliette di plastica ma saranno distribuite delle borracce. Per risparmiare la carta abbiamo stampato la metà delle brochure e il programma di Fosforo potrà essere scaricato inquadrando i Qr Code in giro per la città» afferma Mattia Crivellini, direttore di Fosforo nel corso della conferenza stampa che si è tenuta ad Ancona.

«Il tema dell’ambiente è molto sentito dall’Assemblea Legislativa delle Marche, siamo contenti di sostenere anche quest’anno questa importante manifestazione» commenta il presidente del Consiglio Regionale, Antonio Mastrovincenzo.

«Il senato accademico ha approvato il progetto per liberare l’ateneo dalla plastica, l’Univpm è “plastic free”. Inoltre abbiamo dematerializzato il libretto universitario e la tesi di laurea – dichiara il rettore dell’Univpm, Sauro Longhi –. Nel futuro, ogni scelta di qualunque ente deve basarsi sulla sostenibilità».

«Fosforo è una grande festa per comunicare la scienza e trasferirla a tutte le fasce d’età, dai più piccoli ai grandi» sostiene il rettore dell’Universita di Camerino, Claudio Pettinari.

Un momento della conferenza stampa

Sono oltre 100 le iniziative in programma per un’edizione 2019 ricca di novità. Entrano a far parte di Fosforo: Faber, Vivaservizi e Clementoni con tante attività gratuite destinate ai più piccoli.

E poi la collaborazione con Fridays For the Future e Gioventù che Fare, insieme domenica 12 maggio dalle ore 10 con il primo appuntamento con la “so(pol)lution race”: corsa e passeggiata ecologica per sensibilizzare alla raccolta differenziata. In pratica si combina l’esercizio fisico con la pulizia dell’ambiente. E ancora Fosforo Bike e Forsforo Farm, una vera fattoria per essere a contatto con la natura.

Non mancheranno le Fosforo Night all’Auditorium San Rocco: venerdì 10 “Sei ricercatori in cerca d’autore”, una serata di musica e storie di scienza a cura di Psiquadro e FameLab Italia.

Sabato 11 Marco Annoni, responsabile di supervisione etica della Fondazione Veronesi, e Rossana Berardi direttrice della Clinica di Oncologia Medica degli Ospedali Riuniti di Ancona, moderati da Marcello Pagliari, dialogheranno su “Salute: informazioni al pubblico”.

Anche l’edizione 2019 di Fosforo avrà ospiti internazionali e poi, dal 9 al 13 maggio, tante attività dedicate alle scuole. Gli studenti avranno possibilità di fare laboratori e saranno a stretto contatto con le Università e, per la prima volta a Fosforo, conosceranno gli investigatori della Polizia Scientifica impegnati a mostrare al pubblico le attività di questo reparto.

Tutti gli venti sono gratuiti ed è possibile prenotarsi direttamente in piazza del Duca.
Il programma completo è disponibile su www.fosforoscienza.it.