Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Ad Arcevia va in scena Human

Progetto di Teatro di Comunità vincitore del bando MigrArti 2017 del MiBACT, approda ad Arcevia. Dietro alla performance un grande lavoro di mediazione culturale

Lo spettacolo andato in scena a Villa Borgognoni

ARCEVIA – Appuntamento domani (12 luglio) ore 9 al Chiostro San Francesco di Arcevia per “Human”, la performance conclusiva del progetto Land/Migrarti. Si tratta dell’ultima fase di ciascuno dei laboratori di residenza artistica cui hanno preso parte operatori teatrali e rifugiati ospiti del Gus: già andati in scena gli spettacoli inediti a Jesi e Senigallia, domani tocca ad Arcevia.

Lo spettacolo andato in scena a Villa Borgognoni

La regia dello spettacolo “Human” è a cura di Simone Guerro e degli operatori teatrali Michele Battistella e Grazia Tiberi. Un assaggio di quello che sarà lo abbiamo visto con “Babel” per la regia di Lucia Palozzi e Grazia Tiberi che i ragazzi protagonisti, dopo il successo alla Giornata del Rifugiato ai giardini pubblici di Jesi, hanno voluto replicare a Villa Borgognoni per la decima edizione di Equa la Festa.

«L’esito di questo progetto deve essere uno spettacolo originale e inedito – spiega Marina Ortolani per l’Atgtp, soggetto capofila del progetto – Guardando lo spettacolo, forse non si vede quanto lavoro c’è dietro ma posso garantire che i ragazzi e gli operatori sono stati molto motivati e hanno dato anima e corpo. Non è stato semplice, le performance sono il frutto di un gran lavoro di mediazione culturale, hanno dovuto fare rete, creare un gruppo e superare la difficoltà della lingua».

A proposito di mediazione tra culture, a Jesi ha lavorato anche Rudina Keci, mediatrice di origini albanesi: «Sono in Italia da anni ma per me è stato anche un po’ rivivere le difficoltà con la lingua, le discriminazioni – racconta –. I ragazzi si sono divertiti e hanno avuto modo di farsi conoscere, certo non è stato semplice per loro organizzarsi per recarsi alle prove e alla fine riuscire a superare anche le più piccole criticità. Alla fine si vive una rinascita».

in scena un gruppo misto di italiani e immigrati: Davide, Camilla, Friday, Kemo, Baldeh, Adewale, Monday, Sow, Keita, Aboubaka, Samba, Aliou, Keita Iasso, Emmanuelson. Tra gli attori, anche alcuni migranti ospiti del di accoglienza “Le Terrazze” di Arcevia. Dopo lo spettacolo, avrà luogo un buffet in collaborazione con le associazioni del territorio. L’ingresso è gratuito.