A Macerata si ricorda Jan Gołota, liberatore di Corridonia

In occasione del 75° anniversario della Liberazione, giovedì 28 marzo appuntamento con la storia. Presso il Dipartimento di Studi Umanistici di Unimc l'incontro aperto al pubblico su "I Polacchi in Italia"

Sfilata dei soldati polacchi
Liberazione d'Italia

MACERATA – A Macerata giovedì 28 marzo appuntamento con la storia: nell’ambito del ciclo “I Giovedì del Dipartimento” di Studi Umanistici dell’Università di Macerata, alle 14.30, nella sede di corso Cavour, si terrà un incontro aperto al pubblico su “I Polacchi in Italia”, in occasione del 75° anniversario della Liberazione.

Jan Gołota
Jan Gołota

Dopo i saluti del direttore Carlo Pongetti e del console onorario di Polonia ad Ancona Cristina Gorajski, interverranno sul tema Ronald Car di Unimc, Donatella Sasso del Museo Memoriale di Montecassino, Krystyna Jaworska dell’Università di Torino e Andrea Franco di Unimc.
La sessione successiva sarà dedicata alla figura di Jan (Giovanni) Gołota, un polacco a Corridonia, combattente del II Corpo Polacco che nel 1944 liberò la cittadina del maceratese.
Parteciperanno al convegno il sindaco di Corridonia Paolo Cartechini, Giuseppe Mazzaglia del Comune di Nicolosi e il figlio di Jan, Franco Gołota. L’incontro è a cura dei docenti Unimc Vittorio Tomelleri e Andrea Franco.

Nel dicembre del 1943, dopo quattro lunghi anni di guerra, Jan Gołota, insieme al neocostituito II Corpo Polacco, venne mandato in Italia e impiegato nella sanguinosa risalita della penisola italiana nel frattempo occupata dalle truppe tedesche. Il II Corpo Polacco, comandato dal Generale Anders, sostenne diverse battaglie; tra queste, la più famosa fu quella di Montecassino.
Il 20 giugno 1944 Gołota, insieme ad alcuni commilitoni polacchi e a due formazioni della “Brigata Majella” guidate dal capitano Mario Tagliani, liberò la cittadina di Corridonia, che sarebbe diventata la sua nuova patria.