Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Turista contro il bus: era senza casco, sequestrata la bici

La 31enne veneta, che domenica (21 giugno) ha avuto un incidente lungo i tornanti che portano a Portonovo, è ancora in prognosi riservata all’ospedale di Torrette

La bici guidata dalla turista

ANCONA – La bici era stata noleggiata senza il casco protettivo (non è obbligatorio) che la turista di 31 anni, finita domenica contro un bus, quindi non avrebbe indossato.

È emerso da una prima ricostruzione dell’incidente, avvenuto lungo la strada che porta a Portonovo, poco dopo le 14 e dove la polizia locale si è occupata dei rilievi. La giovane, G.D.B., originaria del Veneto (a Thiene, una cittadina della provincia di Vicenza), aveva noleggiato una bici elettrica insieme alla sua amica ed entrambe erano in vacanza a Numana.

La 31enne è ancora ricoverata in Rianimazione, agli Ospedali Riuniti di Ancona, a Torrette, in prognosi riservata. Le sue condizioni sono gravi ma stazionarie. Nell’impatto con il mezzo pubblico ha riportato un trauma facciale. I familiari hanno raggiunto il capoluogo dorico per starle vicino. Informato dell’incidente il pm di turno Paolo Gubinelli.

Sulla bicicletta, posta sotto sequestro, potrebbero essere necessari accertamenti finalizzati a riscontrarne l’idoneità e la velocità. L’autista del bus, una navetta che fa da spola tra la piazzetta di Portonovo e il parcheggio a monte per portare i bagnanti che parcheggiano fuori dalla baia, è ancora sconvolto dall’accaduto. 

Molto provata anche la sua amica, pure lei era in bici domenica, che è sopraggiunta subito dopo l’incidente quindi non avrebbe visto il momento dell’impatto.