Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Ancona: torna l’incubo baby bulli, rapinato minorenne dopo la scuola

È successo ieri, in piazza Roma. La vittima ha 17 anni. «È stato un agguato nei bagni pubblici». Le indagini sono in corso

Immagine di repertorio

ANCONA – Ci risiamo, in centro torna l’incubo baby gang. Ieri, all’ora di pranzo, in due hanno picchiato e rapinato un 17enne che dopo la scuola aveva raggiunto il centro città con gli amici per mangiare qualcosa insieme. È successo in piazza Roma, all’uscita dei bagni pubblici che si trovano davanti al Rettorato. Erano le 13.50, pieno giorno. Il minore era sceso nei bagni, raggiungibili da una scalinata, e quando è uscito dalla toilette si è trovato due ragazzi, carnagione scura, uno più magro, l’altro più robusto, che lo hanno aggredito. Il 17enne ha preso una ginocchiata allo stomaco poi i due lo hanno picchiato. Lui si è dimenato, ha abbandonato lo zainetto che i due gli stavano tirando via dalle spalle ed è fuggito via rintanandosi in un negozio. Da lì ha chiamato la madre e i carabinieri. Quando i militari sono arrivati, insieme ad una ambulanza che ha prestato le prime cure al ragazzo, i due aggressori non c’erano più. Nei bagni era rimasto lo zainetto della vittima ma senza il portafoglio con 16 euro e i documenti del 17enne. Stando alla descrizione fornita ai carabinieri i due erano giovani quanti lui. Così l’ipotesi di baby bulli che da mesi ormai hanno preso il sopravvento in città dove minacciano negozianti, aggrediscono coetanei facendo il bello è cattivo tempo. Questa volta però le telecamere di pubblica sicurezza, presenti nei bagni, potrebbero averli incastrati per consegnarli alla giustizia. Le indagini sono in corso. Il minore ferito, raggiunti dalla madre, è stato portato in pronto soccorso, ha 5 giorni di prognosi. Il ragazzino era già stato vittima di baby bulli, la gang che agiva in città nel 2018. Ieri era sotto choc.