Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Lo sport come educazione, il Comune di Osimo chiede progetti alle associazioni per l’estate

L'amministrazione comunale promuoverà una manifestazione d'interesse alle società sportive e non solo che vorranno aderire alla creazione di progetti educativi per i giovani, per farli tornare a crescere dopo questi mesi di fermo forzato

Giovani in piazza per lo sport
Giovani in piazza per lo sport

OSIMO – Lo sport è agenzia educativa per i giovani e sostegno per le famiglie. Lo Stato ha deciso di sostenerlo nell’organizzazione dei centri estivi che potranno ripartire dal 15 giugno. Con il “decreto Rilancio” sono stati stanziati 150 milioni per tutte le associazioni che in collaborazione con l’Ente locale promuoveranno un progetto secondo il protocollo di Stato. Si tratta di progetti volti a contrastare la povertà educativa e a implementare opportunità culturali per i minori, utili per l’estate, alla riapertura dei centri estivi appunto.

«Il Comune di Osimo promuoverà una manifestazione d’interesse alle associazioni sportive che vorranno aderire entro la prima settimana di giugno – informa il sindaco Simone Pugnaloni -. Il progetto nella settimana successiva dovrà essere vagliato dalla Giunta comunale e poi giungerà il sostegno economico dello Stato. La manifestazione d’interesse è rivolta a tutte le società sportive osimane ma anche agli oratori e ai centri giovanili gestiti da associazioni culturali e di promozione sociale. Nei prossimi giorni conosceremo quante risorse giungeranno nelle casse comunali. Intanto, insieme, lavoriamo affinché i progetti da elaborare rispondano al protocollo emesso dal Ministero della Famiglia».

La Nef volley Libertas Osimo e la New plast volley young Osimo nel contempo hanno stilato il “Protocollo sicurezza Osimo”, un documento per individuare alcune linee guida precise per garantire una riapertura degli impianti sportivi in sicurezza. È arrivato poi il sì alla riapertura del campo di atletica della Vescovara dove gli atleti si possono allenare a porte chiuse.