Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Spaccio, violazione del coprifuoco e guida sotto effetto di alcol. Controlli dei carabinieri nel Maceratese

Due arresti, cinque denunce, due patenti ritirate con sequestro dell’auto e quattro sanzioni. Il bilancio dell'attività dei militari a San Severino, Pollenza, Sant'Angelo in Pontano e Civitanova

carabinieri

MACERATA – Due arresti, cinque denunce, due patenti ritirate con sequestro dell’auto e quattro sanzioni per mancato rispetto delle misure anti covid. È il bilancio delle attività e dei servizi di controllo straordinario del territorio disposto dal comando provinciale dei carabinieri di Macerata su tutta la provincia. A Pollenza i carabinieri della locale Stazione hanno rintracciato e arrestato un uomo di origine campana, nei suoi confronti il Tribunale di sorveglianza di Ancona aveva emesso un provvedimento di detenzione domiciliare: deve espiare una pena residua di sei mesi e cinque giorni per il reato di evasione commesso nel 2017.

A San Severino, invece, i carabinieri della locale Stazione, nel corso di un’attività investigativa antidroga hanno controllato e arrestato un 18enne del posto trovato in possesso di 114 grammi di marijuana, 2,25 grammi di hashish, materiale per il confezionamento delle dosi e la somma in contanti di 3.450 euro ritenuta provento dello spaccio che il ragazzo avrebbe svolto principalmente nei confronti dei giovani dell’hinterland settempedano. A casa del giovane i militari hanno trovato anche due pistole giocattolo beretta modello 92 senza il tappo rosso. A Sant’Angelo in Pontano un 50enne è stato sorpreso alla guida della propria auto con un tasso alcolemico superiore a 2 mg/l. Per lui è scattata la denuncia, il ritiro della patente e il sequestro della macchina.

A Civitanova i carabinieri della locale Compagnia hanno denunciato a piede libero quattro persone: le prime due, un 50enne e un 36enne entrambi di Ancona, pregiudicati, sono stati controllati mentre erano a bordo dell’auto e sono stati trovati in possesso di circa 7 grammi di marijuana; la terza persona è un marocchino di 33 anni ritenuto l’autore di un furto di tre telefoni cellulari, del valore complessivo di circa 1.800 euro, rubati lo scorso 12 maggio al centro commerciale “Cuore Adriatico” di Civitanova. L’extracomunitario è stato riconosciuto attraverso l’acquisizione delle immagini dell’impianto di videosorveglianza in dotazione al centro commerciale. Infine la quarta persona denunciata è un operaio 28enne di Macerata fermato nell’ambito di un controllo alla circolazione stradale. Sottoposto ad accertamento alcolemico è risultato positivo con un tasso superiore al consentito. Al giovane maceratese è stata ritirata la patente e l’auto è stata sottoposta a sequestro amministrativo. Sempre a Civitanova i carabinieri hanno segnalato alla prefettura di Macerata un cameriere 19enne di Porto Recananti trovato in possesso di 3,25 grammi di hashish (per uso personale) e hanno sanzionato quattro italiani per violazione delle misure anti covid, poiché sono stati sorpresi in giro oltre l’orario consentito senza comprovate esigenze. Ai quattro sono state contestate violazioni per 1.600 euro complessivi.