Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Senigallia, contrasto al commercio abusivo: sequestrati 500 giocattoli

Secondo gli agenti, la merce, priva di certificazioni, sarebbe stata venduta in spiaggia. Verbali per 2 mila euro per sei soggetti che si trovavano in un alloggio senza che il titolare del contratto di affitto lo avesse comunicato al Commissariato

commercio abusivo: sequestrati oltre 500 giocattoli
commercio abusivo: sequestrati oltre 500 giocattoli

SENIGALLIA – Non si ferma la lotta al commercio abusivo da parte del personale del Commissariato di Polizia di Senigallia che anzi, in questo periodo, si trova a dover effettuare controlli sempre più capillari, soprattutto nelle zone del lungomare.

Nel corso di un servizio mattutino di pattuglia, gli agenti sono risaliti ad una abitazione, situata nella zona sud, dove sono stati rintracciati numerosi stranieri, per lo più del sud-est asiatico.

All’interno della casa gli agenti hanno rinvenuto un’importante quantità di giocattoli in plastica, circa 500 pezzi, destinati al commercio, seppur nessuno degli occupanti risultava essere titolare di licenza di commercio.

Alla luce di ciò e del fatto che i prodotti  risultavano privi di diversi elementi richiesti dalla normativa di settore per garantirne la sicurezza, gli agenti hanno provveduto al sequestro della merce.

Nel corso del controllo poi i poliziotti hanno provveduto anche ad identificare tutti gli extracomunitari presenti che risultavano essere in regola con il permesso di soggiorno. Alcuni di essi però si trovavano all’interno dell’alloggio senza che il titolare del contratto di affitto, come previsto per legge, avesse comunicato al Commissariato, quale autorità locale di pubblica sicurezza, la presenza dei soggetti.

Tale circostanza, accertata per sei soggetti, ha determinato l’emissione in sanzioni pecuniarie per l’ammontare di circa 2.000 euro.