Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Pesaro, retata in spiaggia con sequestri di merce contraffatta

La polizia locale e la guardia costiera ha effettuato controlli a Ponente e Levante: i venditori abusivi sono scappati lasciando la merce tarocca

I prodotti sequestrati
I prodotti sequestrati

PESARO – La spiaggia di Pesaro si anima di bagnanti, tornano anche i venditori abusivi e i prodotti contraffatti.

La polizia locale assieme alla capitaneria di porto ha sequestrato diversi capi di abbigliamento durante una serie di controlli con la Capitaneria di Porto sulla spiaggia di Ponente e Levante.

Alla vista degli agenti il fuggi fuggi generale dei venditori che hanno preferito lasciare la loro merce e non farsi beccare dalle forze dell’ordine.
Così gli agenti della polizia locale sono riusciti a recuperare 37 abiti da donna, 8 pantaloni, 4 maglie. Per quanto riguarda questo tipo di abbigliamento si tratta di un sequestro amministrativo in quanto i prodotti non sono soggetti a copyright.

Ma i poliziotti si sono imbattuti anche in 5 borse Fendi tarocche, 1 borsa Prada, 1 borsa Moschino, 1 borsa Versace, 4 t-shirt North Face e 4 t-shirt Supreme. In questi casi si tratta di repliche non autorizzate di grandi griffe e quindi prodotti contraffatti per cui si procede con sequestro penale.

Come ogni estate la Prefettura e le forze dell’ordine mettono in atto un dispositivo per prevenire e reprimere il fenomeno. I venditori abusivi rischiano sanzioni amministrative o anche guai da un punto di vista penale nel caso di vendita di marchi contraffatti. Tra i provvedimenti anche la possibilità di un allontanamento con divieto di ingresso nella zona o nel comune, una sorta di Daspo urbano.