Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Pesaro, con il megafono per dire di stare a casa. Eppure sono 39 le denunce in un giorno

I vigili urbani stanno comunicando il divieto di spostamento, ma i trasgressori non mancano. La Prefettura comunica gli ultimi dati dei controlli

PESARO – Con i megafoni in giro per la città per comunicare ai cittadini l’importanza di stare a casa.

I vigili urbani sono impegnati anche in questa operazione. Ma nonostante tutto c’è ancora chi esce senza motivo.

Nella giornata di sabato 21 marzo, sono stati effettuati 994 controlli per la verifica sull’osservanza del divieto di spostamento previsto dai Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri. Le violazioni contestate sono state 39, con conseguente denuncia dei trasgressori alla competente Autorità Giudiziaria. Rischiano l’arresto fino a 3 mesi o la multa di 206 euro.

Sempre nella giornata di sabato sono stati compiuti 397 controlli alle attività commerciali senza alcuna contestazione di violazioni.

La Prefettura continua a raccomandare il massimo rigoroso rispetto di tutte le prescrizioni stabilite a tutela della salute dei cittadini, con particolare riguardo a quelle concernenti il divieto di spostamento e gli obblighi di quarantena.