Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Pesaro, maxi rissa in treno: spunta un coltello. Un ferito in maniera lieve

Il ferito sarebbe un marocchino residente nel pesarese, i suoi aggressori si sarebbero dileguati alla fermata di Cattolica. Al vaglio delle Autorità le immagini delle stazioni per identificare i colpevoli

PESARO – Maxi rissa nella mattinata del 4 agosto sul treno regionale nella tratta Riccione-Pesaro: a sfidarsi, sotto gli occhi attoniti dei presenti, sarebbero stati due gruppi di magrebini. Il tutto è avvenuto mentre il treno era in corsa. Protagonisti della vicenda sei nordafricani: prima sarebbero volati insulti e minacce, poi sarebbero passati ai fatti; una rissa in piena regola con spinte, calci e pugni.

Durante la violenta colluttazione, uno di loro avrebbe estratto anche un coltellino ed avrebbe tirato due fendenti, al braccio e alla schiena, ad uno dei contendenti. Il ferito sarebbe un marocchino residente nel pesarese; i suoi aggressori si sarebbero dileguati alla fermata di Cattolica.

Sul posto è intervenuta la Polfer che ha identificato la vittima e i suoi tre amici rimasti a soccorrerlo. Il giovane è stato trasportato al nosocomio di Riccione: per lui ferite superficiali e non gravi; ne avrà per 7 giorni. Dalle testimonianze raccolte dalle autorità, sembrerebbe che i protagonisti della vicenda fossero ubriachi. Un ruolo prezioso nel chiarire l’identità delle persone che si sono dileguate potrebbe essere svolto dalle immagini riprese dalle telecamere delle stazioni. Anche in queste ore proseguono le indagini che potrebbero portare a breve all’identificazione dei responsabili.