Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Osimo, sfilano il portafogli con l’incasso al gestore della stazione di servizio: arrestati

Sono stati i carabinieri, che si trovavano in zona per il controllo del territorio, a fermare tre giovani nomadi di etnia rom, un uomo e due donne, residenti nella provincia di Torino

La caserma dei Carabinieri di Osimo
La caserma dei Carabinieri di Osimo

OSIMO – Con un futile pretesto hanno distratto l’addetto all’erogazione del carburante alla stazione di servizio di metano a Osimo Stazione, lungo la statale 16. Non appena si è girato, gli hanno sfilato dal marsupio il portafogli contenente l’incasso di circa 850 euro. Poi sono fuggiti. È successo ieri pomeriggio, 27 maggio. È stato proprio mentre se ne stavano andando che i Carabinieri della Stazione e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Osimo li hanno fermati. Si trovavano in zona per il controllo del territorio, accentuato nella Fase 2 dell’emergenza. Hanno tratto in arresto in flagranza per furto aggravato in concorso tre giovani nomadi di etnia rom, un uomo e due donne, residenti nella provincia di Torino. La refurtiva è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

Dei fatti è stato immediatamente informato il Sostituto Procuratore di turno della Procura al tribunale di Ancona, che ha disposto nei loro confronti la custodia nelle camere di sicurezza della Stazione dei Carabinieri di Osimo, in attesa dell’udienza di convalida che si è tenuta stamattina (28 maggio) nel tribunale dorico. Al termine del rito abbreviato, il giudice ha emesso nei loro confronti condanne a pene comprese tra sei mesi e un anno di reclusione e multe tra 200 e 300 euro, disponendone la liberazione.