Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Osimo, si chiude il progetto “Ci sto? Affare fatica”

La città, insieme ad altri 13 comuni marchigiani hanno aderito alle attività che si sono aperte il 27 luglio coinvolgendo 35 ragazzi dai 16 ai 21 anni sotto la guida di giovani tutor per la cura e la valorizzazione di beni e spazi pubblici

I partecipanti con le istituzioni
I partecipanti con le istituzioni

OSIMO – Si conclude oggi, venerdì 4 settembre, il progetto estivo “Ci sto? Affare fatica” di durata biennale, finanziato dalla Regione Marche e coordinato dal Csv Marche. Anche Osimo ha aderito insieme ad altri 13 comuni marchigiani: le attività si sono aperte il 27 luglio coinvolgendo 35 ragazzi dai 16 ai 21 anni sotto la guida di giovani tutor per la cura e la valorizzazione di beni e spazi pubblici.

«Grazie a questo progetto i ragazzi hanno potuto valorizzare il loro tempo libero estivo attraverso attività di volontariato che hanno permesso di sperimentare il valore della fatica, il lavoro di squadra, la cura e la tutela dei beni comuni – afferma il vicesindaco e assessore ai Servizi sociali Paola Andreoni -. A Osimo hanno lavorato in totale tre squadre per quattro settimane per un totale di circa 35 partecipanti. Le attività si sono svolte in diversi parchi pubblici: ai giardini di piazza Nuova, al parco di via dello Sport, al parco via Pavarotti, alla pista ciclabile di Campocavallo, nella zona dei laghetti e alla Confluenza.

I ragazzi hanno svolto attività di pulizia e manutenzione delle strutture in legno e delle panchine, raccolta foglie e rifiuti e cura del verde, sempre coordinati dai tutor (tre in tutto) e seguiti da un handyman, un volontario adulto con competenze artigianali. I ragazzi, al termine di ogni settimana, sono poi stati ricompensati con appositi “buoni fatica” del valore di 50 euro spendibili nei negozi convenzionati. Oggi abbiamo consegnato ai ragazzi dei diplomi di partecipazione».