Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Osimo, il Covid strappa alla vita l’autista di scuolabus Pasquale Castellano

Era conosciuto da tutti perché è stato un punto di riferimento per il trasporto scolastico, prima a Osimo e poi a Castelfidardo. Le sue condizioni di salute si sono aggravate nel giro di poco

Pasquale Castellano
Pasquale Castellano

OSIMO – Il virus ha strappato alla vita a 66 anni Pasquale Castellano. L’osimano è deceduto ieri sera (13 aprile) all’ospedale di Torrette. Era conosciuto da tutti perché era autista di scuolabus, prima a Osimo e poi a Castelfidardo. Le sue condizioni di salute si sono aggravate nel giro di poco.

Il sindaco di Castelfidardo Roberto Ascani lo ricorda: «Pasquale non ce l’ha fatta. Questo maledetto virus l’ha portato via in pochissimi giorni. Venti anni di onorato servizio pubblico non gli sono bastati, infatti dopo il pensionamento ha continuato ad essere il punto di riferimento per il trasporto scolastico a Castelfidardo. Grazie Pasquale per tutto quello che hai fatto ma soprattutto per l’esempio che hai lasciato. Le più vive condoglianze alla famiglia e a tutte le persone che gli hanno voluto bene».

Era appassionatissimo di sport Castellano, tanto da essere anche attivo nello staff dirigenziale dell’Osimana calcio. Il ricordo del presidente Antonio Campanelli è arrivato subito: «È un giorno davvero triste. Una notizia sconvolgente, arrivata inaspettatamente e che ci vede privare di un compagno di tante emozioni, gioie, ma soprattutto di un amico. Persona generosa, disponibile, positiva e con l’innato senso dell’umorismo, con qualche eccesso alle volte, ma sempre con la schiettezza e sincerità che lo contraddistingueva e pronto, anche nei rari momenti di arrabbiature a riportare per primo il sorriso nella comitiva. Una persona speciale, unica nel suo genere. Ci mancherà. Tutti noi perdiamo davvero tanto. Un pensiero, ma soprattutto un abbraccio ai suoi familiari, da Patrizia a Jenny e Tommy, nostro giocatore per il quale Pasquale stravedeva e con il quale ci ha accompagnato per oltre un decennio».

Le due città sono strette attorno ai familiari, alla moglie Patrizia e ai figli Genny e Tommaso. Il funerale si terrà a Osimo venerdì 16 aprile alle 10 nella chiesa della Sacra Famiglia. Dopo il rito la salma sarà tumulata nel cimitero Maggiore.