Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Morto l’operaio di Ascoli caduto da un ponteggio alla Scandolara

Ortenzio Bruni, 59 anni era ricoverato da lunedi scorso al Torrette di Ancona. Sindacati proclamano una giornata di sciopero per martedi

ASCOLI – È morto l’operaio di 59 anni rimasto vittima di un incidente sul lavoro avvenuto lunedi scorso allo stabilimento della Scandolara spa di Ascoli. Si chiamava Ortenzio Bruni e viveva nella frazione di Mozzano. Era ricoverato al Torrette di Ancona dove ha lottato per la vita per quasi una settimana. Ma non c’è fatta : le fratture e le ferite riportate nella caduta da un ponteggio gli sono state fatali.

Secondo fonti sindacali, il 59enne si trovava nella fabbrica di tubetti della zona industriale di Campolungo, per svolgere lavori di verniciatura di locali. Quando all’improvviso il ponteggio sul quale era sistemato e crollato e lui è precipitato a terra. Soccorso, è apparso subito gravissimo ed è stato trasferito all’ospedale regionale, ma questo non ha evitato la sua morte.

Lo sciopero

Secondo i sindacati, che hanno proclamato una giornata di sciopero per martedi prossimo, Ortenzio Bruni stava svolgendo in fabbrica mansioni che non gli competevano. Ed era tra i pochi ad essere presenti nel sito della Scandolara, visto che la maggioranza delle maestranze sono in questo periodo in cassa integrazione. La Procura di Ascoli ha aperto un inchiesta sul decesso dell’operaio. Vuole capire quale sia stata la dinamica dell’incidente e di chi siano le responsabilità. E siano state rispettate le norme di sicurezza durante quell’intervento di lavoro in fabbrica.

Intanto a Mozzano, frazione di Ascoli è lutto per la scomparsa dell’operaio. L’uomo era molto conosciuto nell’abitato e ben voluto da tutti, anche per le sue numerose attività sociali e in favore della comunità. Cordoglio è stato espresso anche dal sindaco del capoluogo Marco Fioravanti.