Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Montemarciano, il sindaco sui vandali del PalaMenotti: «Atti di questo genere non devono rimanere impuniti»

Il primo cittadino Damiano Bartozzi plaude al lavoro dei Carabinieri della Stazione che in appena 48 ore sono giunti all'individuazione dei vandali del Palasport

I carabinieri della Stazione di Montemarciano davanti al PalaMenotti

MONTEMARCIANO- «Atti di questo genere non possono essere commessi e dunque non devono rimanere impuniti». A parlare è il sindaco di Montemarciano Damiano Bartozzi dopo aver appreso dell’individuazione da parte dei Carabinieri della Stazione, dei responsabili del danneggiamento del Palasport PalaMenotti di via delle Querce ( https://www.centropagina.it/senigallia/montemarciano-individuati-denunciati-carabinieri-vandali-palamenotti/ ). La struttura al momento è ancora inagibile per la devastazione arrecata nella notte tra sabato e domenica scorsi da ignoti, che ora grazie ai militari, hanno un volto e un nome.

Si tratta di quattro ragazzi residenti in paese, di età compresa tra i 18 e i 21 anni, che avrebbero agito per noia. I Carabinieri della Stazione di Montemarciano che da subito hanno avviato le indagini del caso, sono riusciti in appena 48 ore a individuare i responsabili e oggi, sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per i reati di “danneggiamento e invasione di terreni e edifici”.
Il sindaco Damiano Bartozzi, che nei giorni scorsi aveva condannato duramente questo grave atto vandalico le cui conseguenze ricadranno sulla collettività (il danno arrecato non è stato ancora quantificato ma certamente supera i 60.000 euro), ora ringrazia i Carabinieri della Stazione per l’eccellente lavoro svolto. «Esprimo profonda soddisfazione e ringraziamento per l’opera svolta dal Comando dei Carabinieri di Montemarciano e per l’apporto fornito dal Corpo di Polizia Locale, ai fini della rapida individuazione dei responsabili dell’atto vandalico al PalaMenotti. Sono sicuro di interpretare il sentimento di tutta la comunità di Montemarciano». Ora la collettività chiede che siano proprio i responsabili, in quanto maggiorenni, a pagare i danni arrecati al palasport e che le conseguenze della loro notte brava non ricadano sulle casse comunali.