Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Montelupone, marijuana e soldi nascosti nei pantaloni: un arresto e due denunce

Tre giovani sono stati fermati in località Fonte Bona a bordo dell'auto. Il conducente si è rifiutato di sottoporsi ai test clinici per verificare l'eventuale assunzione di sostanza stupefacente

La droga e le banconote sequestrate dai carabinieri a Montelupone

MONTELUPONE – Droga e denaro nascosti nei pantaloni: in manette un 24enne. Denunciati due 27enni.

I tre, un 24enne e due 27enni di Montecassiano, sono stati bloccati mentre erano a bordo di un’Alfa Romeo Mito a Montelupone (Mc), in località Fonte Bona, durante un controllo dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Civitanova.

Il conducente dell’auto è subito apparso in evidente stato di alterazione psicofisica e i militari hanno intuito che potesse aver assunto della sostanza stupefacente; il giovane però si è rifiutato di sottoporsi al test anti-droga. I due passeggeri invece si sono subito mostrati nervosi e proprio per questo i carabinieri hanno approfondito il controllo con la perquisizione.

Il giovane che si trovava nel sedile posteriore, il 24enne, è stato trovato in possesso di un involucro, che aveva nascosto nei pantaloni, con 59 grammi di marijuana. L’altro passeggero aveva invece nascosti nelle mutande mille e 600 euro in contanti, provento dell’attività illecita.

I militari, con il supporto della pattuglia della stazione di Montelupone, hanno perquisito anche le abitazioni dei tre ragazzi e in quella del 24enne sono state trovate altre sei confezioni di stupefacente con altri 220 grammi di marijuana e anche due di hashish. Il giovane è stato quindi arrestato per detenzione ai fini di spaccio e, dopo le formalità di rito, è stato condotto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. La droga e il denaro sono stati sequestrati.

Gli altri due 27enni sono stati deferiti in stato di libertà per concorso nello stesso reato mentre il solo conducente è stato denunciato perché non si è voluto sottoporre agli accertamenti clinici per verificare se avesse o meno assunto sostanze. Le indagini sono dirette dal sostituto procuratore Stefania Ciccioli.