Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Montelabbate, infortunio sul lavoro in fabbrica: 60enne ferito alla gamba da un macchinario

Sul posto i Vigili del Fuoco e il personale del 118. La persona ferita è stata trasportata all'ospedale di Torrette ad Ancona. Da chiarire le cause e la dinamica dell'incidente

Un'immagine del soccorso

MONTELABBATE – I Vigili del fuoco sono intervenuti nella mattinata di oggi, 31 agosto, a Montelabbate per un infortunio sul lavoro in una ditta di lavorazione legno.
Sul posto la squadra dei pompieri di Pesaro ha collaborato con il personale del 118 per soccorrere un uomo di 60 anni, infortunato e caricarlo a bordo dell’elicottero Icaro per il trasporto all’ospedale regionale di Torrette di Ancona.

Da chiarire le cause e la dinamica dell’incidente. Pare da una prima ricostruzione che il piede e la gamba siano rimasti incastrati in un rullo.

Giuseppe Lograno e Cinzia Massetti della segreteria Fillea Cgil Pesaro e Urbino, hanno incontrato e dato il pieno sostegno ai lavoratori della ditta dove si è verificato il grave incidente sul lavoro.

«Questo è l’ennesimo caso di incidente sul lavoro, che dimostra quanto sia necessario e urgente approntare delle politiche attive volte a mettere in campo tutte le misure necessarie per invertire questa escalation di infortuni sul lavoro ( nei primi 6 mesi del 2021 sono 8036 gli infortuni sul lavoro denunciati, nelle Marche +927 casi,  pari ad un +13 % rispetto al periodo precedente, secondo i dati Inail rielaborati da Cgil Marche).

Per la Fillea Cgil la salute e la sicurezza nel posto di lavoro costituiscono dei fattori primari e fondamentali per la tutela dei lavoratori e su questo già da tempo porta avanti campagne di sensibilizzazione, promuovendone il rispetto e soprattutto la formazione e la cultura della sicurezza.

Per la Fillea Cgil Pesaro in questo momento, il pensiero principale è rivolto alle condizioni di salute del lavoratore infortunato al quale esprimiamo la nostra massima solidarietà. Il nostro obbiettivo è quello di fermare questa conta degli infortuni; la sicurezza sia al primo posto nelle politiche del lavoro, negli investimenti e nella formazione».