Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Mondolfo, 40enne evade dagli arresti domiciliari per andare al bar

Il tribunale di sorveglianza ha disposto il trasferimento dell'uomo nel carcere di Pesaro. A dicembre era finito in manette per spaccio: aveva con sé 40 grammi di cocaina

carabinieri

MONDOLFO – È evaso dagli arresti domiciliari per recarsi al bar. Una bravata che gli è costata un nuovo arresto ed il trasferimento in carcere. Protagonista della vicenda un 40enne finito precedentemente in manette per spaccio di stupefacenti.

I fatti si sono verificati alcuni giorni fa. L’uomo era stato avvistato fuori dalla propria abitazione, più precisamente in un bar cittadino. La segnalazione ha trovato conferma nelle attività di indagine svolte dai carabinieri che hanno così comunicato l’accaduto, come da prassi, al tribunale di sorveglianza che ha disposto il trasferimento del 40enne nel carcere di Pesaro.

L’uomo era finito in manette lo scorso dicembre: durante un controllo di routine per verificare il rispetto delle norme anti-covid, il pusher era stato pizzicato mentre si recava tra un Comune all’altro senza validi motivi. Insospettiti dal nervosismo dell’uomo i militari lo avevano sottoposto ad un più approfondito controllo trovandogli addosso 40 grammi di cocaina. (A questo link la notizia dell’arresto)