Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Mombaroccio, oppio e metanfetamine: arrestato pusher 31enne disoccupato

Gli agenti della Squadra Mobile di Pesaro hanno trovato anche cocaina e hashish. L'attività di spaccio era rivolta anche a minorenni e durava da un anno

La droga sequestrata

PESARO – Un bazar di droghe, compreso oppio e metanfetamine, pusher 31enne arrestato.

Prosegue l’attività della Squadra Mobile, mirata al contrasto al traffico di sostanze stupefacenti e ulteriormente potenziata su imput del Questore di Pesaro e Urbino.

Le indagini sono state condotte in stretta collaborazione con il Commissariato di P.S. di Urbino e hanno portato all’individuazione di un pusher, un 31enne italiano, nullafacente, residente a Mombaroccio, al centro di un fitto spaccio di sostanze stupefacenti di vario tipo. Dopo una serie di accertamenti e appostamenti, gli agenti hanno eseguito una perquisizione domiciliare.

La perquisizione ha permesso di rinvenire e sequestrare 49 grammi di hashish, 20.8 grammi di oppio, 0.1 grammi di cocaina, 2.2 grammi di metamfetamina, oltre a materiale per il confezionamento delle dosi (cellophane, macchina per il sottovuoto, bilancino elettronico) e denaro in contanti per un ammontare di 4200 euro, provento dell’attività di spaccio

Conseguentemente l’uomo è stato arrestto e su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica, è stato portato in carcere a Villa Fastiggi.

Nella mattinata del 1 giugno il Tribunale di Pesaro ha convalidato l’arresto del pusher e nei suoi confronti è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

Le indagini integrate anche nell’immediatezza a seguito dell’arresto, hanno confermato che l’attività di spaccio svolta dal giovane proseguiva da oltre un anno, anche con la cessione di dosi di droga nei confronti di persona minorenne.