Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Lutto nell’imprenditoria di Senigallia: è morto Giancarlo Cacciani

A 76 anni all'ospedale civile se n'è andato il fondatore della Calcestruzzi Senigallia srl. In passato fu anche presidente Confindustria per il comparto edilizia

La chiesa di santa Maria della neve, a Senigallia, meglio nota come chiesa del Portone
La chiesa di santa Maria della neve, a Senigallia, meglio nota come chiesa del Portone

SENIGALLIA – Lutto nel mondo dell’imprenditoria cittadina. A 76 anni è scomparso l’imprenditore Giancarlo Cacciani, fondatore della Calcestruzzi Senigallia. L’uomo è morto tra sabato 12 e domenica 13 dicembre all’ospedale di Senigallia, dove era ricoverato per una grave malattia.

Cacciani lascia il figlio Daniele; soprattutto lascia dietro di sé una profonda stima dimostrata non solo dai colleghi e dai dipendenti, ma anche dal tessuto economico cittadino. Per Senigallia, infatti, significa perdere un’altra figura di valore imprenditoriale e associazionistico.

Giancarlo Cacciani è stato presidente della sezione “complementi per l’edilizia”, nonché componente del comitato Senigallia e Valli Misa e Nevola per Confindustria. Era uno dei soci storici del Gruppo Imprenditori Senigalliesi (Gis), che l’ha voluto ricordare come un «testimone e costruttore dei valori dell’associazionismo, della relazione, dell’amicizia, sempre nel segno di una attiva laboriosità e di un grande affetto per la sua città». 

Anche il Rotary Club senigalliese ha voluto ricordare il caro socio e amico: la scorsa estate aveva ricevuto il riconoscimento rotariano “Paul Harris Fellow” per il suo decennale impegno a favore del club e della città.

Il funerale di Giancarlo Cacciani si terrà martedì 15 dicembre, alle ore 9 nella chiesa santa Maria della neve (chiesa del Portone).