Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Lunano piange la scomparsa del 35enne Michele Biagi

Nonostante i tempestivi soccorsi da parte del 118 e dei Vigili del Fuoco per il centauro non c’è stato nulla da fare. Il 35enne, che lascia la moglie ed un figlio di tre anni

Michele Biagi
Michele Biagi

LUNANO – Lunano piange la scomparsa di Michele Biagi. Tantissime in queste ore le dimostrazioni di affetto e cordoglio per il 35enne che, nella giornata del 31 luglio, ha perso la vita in un drammatico incidente consumatosi lungo la statale 744 Fogliense.

Il centauro era in sella alla sua moto quando si è scontrato contro un autocarro: l’impatto non gli ha lasciato scampo. Il camion era condotto da Luciano Mauri, 50enne commerciante di macchine agricole, anch’egli di Lunano. Dalle indiscrezioni trapelate sembrerebbe che il mezzo pesante stesse svoltando e che il 35enne gli sia finito contro.

Nonostante i tempestivi soccorsi da parte del 118 e dei Vigili del Fuoco per il centauro non c’è stato nulla da fare. Il 35enne, che lascia la moglie ed un figlio di tre anni, lavorava come addetto al settore commerciale, alla ditta Macplast di Belforte all’Isauro, che produce pezzi speciali per acquedotti e gasdotti.

Michele Biagi era molto conosciuto nel Montefeltro anche per la sua militanza sportiva: aveva giocato in diverse società di calcio locali tra cui quelle di Lunano, Sassocorvaro, Badia Tedalda, Macerata Feltria e San Sisto. L’Olympia Macerata Feltria lo ricorda così sui social «si unisce all’immenso dolore della famiglia Biagi per la prematura e inaspettata scomparsa del caro Michele che con grinta, tenacia ed impegno, ha difeso, per anni, i colori biancazzurri».