Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Ladri pentiti: torna la specchiera rubata al “Nido delle Farfalle” di Jesi

La titolare Chiara Marinelli: «L’ho ritrovata questa mattina alle 7,30 davanti il negozio non ci potevo credere, anche perché non ci speravo più» e ringrazia la partecipazione e l'aiuto di tutta la città

La specchiera rubata qualche giorno fa al Nido delle Farfalle di Jesi.

JESI- La specchiera shabby rubata tre giorni fa al negozio “Il nido delle Farfalle” di via Pergolesi, cuore del centro storico di Jesi, è tornata al suo posto. Un ladro pentito? O l’autore della bravata ha recepito il messaggio più che esplicito del titolare dell’Hemingway cafè Davide Zannotti «se vi capitasse di intravedere questa specchiera a casa di amici consigliategli vivamente di riportarla, nel centro storico di Jesi non c’è posto per i ladri».

Non è dato saperlo, perché chi ha commesso il furto non si è neppure scusato, però ha riportato la specchiera esattamente dove l’aveva prelevata. Incredula e felice la titolare Chiara Marinelli. «L’ho ritrovata questa mattina alle 7,30 davanti il negozio – dice – non ci potevo credere, anche perché non ci speravo più. E’ stato un sogno ritrovarla, era un po’ sporca di escrementi di qualche uccellino, per cui penso che sia stata lasciata all’esterno, però ora sarà ripulita e risistemata. Grazie davvero del vostro aiuto, è stato importante».

È emozionata Chiara, felice che la specchiera sia tornata al suo posto, anche perché ci era affezionata, le aveva richiesto molte ore di restauro. Felici della notizia anche gli esercenti del centro storico. O per l’appello di Zannotti – lui stesso vittima più volte di atti vandalici e furti nel suo locale – o perché se non sei ladro davvero prima o poi ti penti, di fatto stavolta la vicenda si è chiusa con un felice epilogo. Hanno dato un contributo determinante, ci racconta la titolare, sia le notizie diffuse dalla stampa che il tam-tam mediatico di chi ha condiviso quanto accaduto chiedendo informazioni e segnalazioni.